Montagnola

Montagnola, la vecchiaia di Hermann Hesse. Negli “scatti” di suo figlio Martin

hesse2Merita un viaggetto a Montagnola (Canton Ticino) la bella mostra ospitata presso il Museo Hermann Hesse, istituzione culturale dinamica e rigorosa, dal titolo “Sul valore dell’età”, una rassegna di immagini, ricordi e oggetti dedicata al grande scrittore che resterà aperta ancora fino all’1 febbraio 2014.

Possiamo ringraziare pochissimi autori che, come Hermann Hesse (nella foto), abbiano saputo trovare impulsi così incoraggianti sugli aspetti positivi dell’invecchiare, i quali porterebbero ad affermare in un caso ideale che “la maturità rende giovani”. Attraverso commoventi testi poetici e in prosa, quest’esposizione testimonia l’evoluzione di Hermann Hesse dal suo cinquantesimo anno di vita fino alla morte. Gli oggetti esposti mostrano in che modo Hesse sia riuscito a resistere alla decadenza della vecchiaia nel momento in cui ha smesso di combatterla. Le trasformazioni della natura al ritmo delle stagioni sono per lui una metafora del processo dell’invecchiamento.

La maturità di Hermann Hesse è raffigurata da più di cinquanta fotografie del figlio più giovane, Martin (1911-1968). Queste espressive immagini suggeriscono che Hesse sia riuscito, a dispetto della caducità del corpo, a vincere le limitazioni della vecchiaia e a mantenere l’elasticità interiore, grazie all’indulgenza, alla tolleranza e alla serena apertura, che gli conferiscono il fascino della disinvoltura giovanile.

Una parte della mostra rende omaggio alla carriera di Martin Hesse. Nato nel 1911, terzo figlio di Hermann e di Maria (Mia) Hesse, nata Bernoulli, trascorse la sua prima infanzia a Berna. Dopo la separazione dei genitori avvenuta nel 1919, visse presso una famiglia affidataria di Basilea. Dopo il ginnasio a Thun e tre anni di apprendistato presso un architetto, nel 1932 s’iscrisse al Bauhaus di Dessau per lo studio della fotografia. Dal 1934 Martin Hesse lavorò come fotografo alla documentazione di arte e monumenti, su incarico del Canton Berna. Reso famoso dai suoi eccellenti lavori, estese la cerchia di clienti a musei, biblioteche e altre istituzioni. Riportò inoltre molte impressioni fotografiche dai suoi viaggi. All’interno della mostra vi sono diverse fotografie di Parigi e di Calw nel Baden-Württemberg, città natale del padre. Il 14 ottobre del 1968 Martin Hesse si tolse la vita.

La mostra è di concezione del Hermann-Hesse-Höri-Museum di Gaienhofen sul Lago di Costanza (Ute Hübner e Günther Troll) e si trova ora a Montagnola in una versione italiana e tedesca. Il progetto è stato reso possibile grazie ai prestiti di Sybille Siegenthaler, la figlia di Martin Hesse, e di suo marito Hanspeter Siegenthaler, così come di quelli dell’Archivio letterario tedesco di Marbach e dell’Archivio editoriale su Hermann Hesse di Offenbach.
Con il sostegno di: Repubblica e Cantone Ticino – SWISSLOS Fondazione Culturale Collina d’Oro Fondazione Ing. Pasquale Lucchini.

ORARI DI APERTURA E INFO:

Dal 1. novembre 2013 al 31 dicembre 2013 il Museo Hermann Hesse è aperto il sabato e la domenica dalle ore 10.00 alle 17.30.

Dal 1. gennaio 2014 il Museo sarà aperto dalle ore 10.30 alle ore 17.30. In gennaio, febbraio, novembre e dicembre il Museo apre solo al sabato e alla domenica.

Informazioni:

marisa@hessemontagnola.ch

info@hessemontagnola.ch

fax 0041 (0) 91 993 37 72

 

 

 

 

28 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi