Varese

A Varese il Capodanno lo si passa a teatro. Con Gioele Dix o i Comici di Colorado

gioele-dix-capodanno-bigliettiPassati Natale e Santo Stefano, per chi è restato a Varese è il momento di decidere dove andare a Capodanno. Quest’anno la città offre alcune interessanti proposte a chi resta, con la possibilità di scegliere tra alcuni eventi. Due in particolare rilanciano la tradizione di passare l’ultima notte dell’anno a teatro. E proprio per la notte del 31 dicembre sono in programma due eventi con grandi nomi che, in nome del divertimento, calcheranno due palcoscenici cittadini.

Partiamo dal Cinema Teatro Vela, che dalle 21.30 propone a tutti i varesini “La nostra Festa di Capodanno“, music-cabaret a 360 gradi, con ballo, canto e tanta comicità. Max Cavallari dei Fichi d’india ha invitato i suoi amici di Colorado, gli Okea, Didi Marzilli, Pistillo, i Pappappero (con Gianluca Arena, figlio di Bruno Arena dei Fichi d’India), il corpo di ballo Love Dance di Selene Gamba e la cantante Adele Cossi e Savino Vincenzo. 

Dalle ore 23,30 animazione in sala, giochi, cottillon in attesa del brindisi allo scoccare della mezzanotte in compagnia dell’intero cast. Durante la serata è previsto anche intrattenimento bambini. Un buffet è a disposizione degli ospiti (per informazioni 347/1465829 – prevendite, Multisala Impero di Varese o Casa del Disco di Varese).

In alternativa, sempre a teatro, una bella proposta la fa l’Ucc Teatro di piazza Repubblica, dove è in programma per l’ultima notte del 2013 uno “speciale Capodanno” con il grande Gioele Dix (nella foto), che dalle ore 22 sarà in scena con il suo “Onderod“, con la partecipazione di Savino Cesario. 

Un repertorio di monologhi che riflettono e ironizzano su mode e gusti correnti, su abitudini e debolezze diffuse, su guasti pubblici e privati, nel segno di quella comicità a tratti feroce che caratterizza il suo stile di scrittura, in altalena costante fra leggerezza e insofferenza.

Una sorta di fotografia dello scombinato paesaggio italiano alle prese con fantasmi vecchi e nuovi: il mito del ritorno alla campagna, l’assenza di senso civico, il salutismo esasperato, l’invadenza diffusa, l’educazione dei figli, la mania del gioco e delle lotterie, l’indisciplina, i disservizi ferroviari e aerei, la ricerca ossessiva dell’amicizia, la schiavitù della furbizia. E in più, uno speciale capitolo dedicato al personaggio dell’automobilista, aggiornato e rivitalizzato dalla lunga esperienza televisiva, grazie alla quale Gioele Dix ha saputo trasformare una felice intuizione, nata dall’osservazione critica di se stesso al volante, in una maschera contemporanea di grande successo.

A completare la drammaturgia di Onderòd, una serie di brevi racconti originali con commento musicale: “Il concerto diretto da Dio”, “L’uomo che voleva ringiovanire”, “Fortune e sfortune di un uccellino”. Storie buffe e paradossali (ma non troppo) attraverso le quali Gioele Dix sperimenta le sue doti di affabulatore e autore di apologhi satirici. In scena Savino Cesario, chitarrista esperto e compositore eclettico, dotato di rara sensibilità nell’accompagnare da anni le performance comiche di Gioele Dix (Call Center TicketOne 892.101*LU-VE: 8-21, SA: 9-17,30, DO: chiuso). 

 

27 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “A Varese il Capodanno lo si passa a teatro. Con Gioele Dix o i Comici di Colorado

  1. donatella il 1 gennaio 2014, ore 14:09

    Un ultimo dell anno con i botti in compagnia di gioele dix, divertentissimo

Rispondi