Varese

Varese, affollata messa natalizia scout in stazione. Con corridoio di sicurezza

OLYMPUS DIGITAL CAMERAQuasi mezz’ora prima dell’inizio della tradizionale messa alla Stazione dello Stato di Varese l’atrio era gremito di varesini, ma non solo (un bel gruppo era giunto da Tradate), a conferma che si tratta di un appuntamento per salutare il Natale e scambiarsi gli auguri molto apprezzato.

Una messa che quest’anno è stata in forse fino all’ultimo per il veto di Centostazioni. Uno stop venuto meno, anche grazie alle condizioni di sicurezza garantite dai Capi Scout: uno spazio delimitato al centro dell’atrio, in corrispondenza con la porta che è stata aperta nel corso di tutta la cerimonia.

Tanta gente e soprattutto tanti Scout Agesci Va 1 impegnati, come ogni anno, ad organizzare la messa nell’atrio e a realizare una serie di gazebo fuori dalla stazione per distribuire una fetta di panettone e un bicchiere di caldissimo vin brulé. Oltre al Capo scout e consigliere comunale Luciano Ronca, si notava presente alla messa anche il neosegretario provinciale Pd, Samuele Astuti.

La messa, aperta a homeless e stranieri, presenti tra i fedeli giunti alla stazione, è stata celebrata, come accade da anni, da Padre Tommaso  Grigis Guardiano del Convento dei Frati Cappuccini di viale Borri, che ha proposto i pensieri di Papa Francesco. Nel corso della messa, animata con diverse melodie accompagnate dalla chitarra, sono stati raccolti viveri destinati alla mensa dei poveri della Brunella di Varese.

Al termine della messa, un semplice scambio di auguri si è svolto sotto i gazebo, con vin brulé e una fetta di panettone, mentre la pioggia continuava a scendere sulla città.

25 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi