Varese

Varese, alla scuola media Righi c’è un presepe pacifista e “riciclone”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAUn bel presepe “riciclone” e poliglotta. E’ quello realizzato alla scuola media Righi a Varese, utilizzando tutti materiali di recupero. A costruire il presepe e anche un albero di Natale, il “gruppo H” della scuola, una decina di ragazzini e i loro insegnanti. Il presepe si trova in un corridoio al pianterreno, e presenta la classica scena della Natività, ma le casette sono le confezioni del latte, le scatole di pasta, per il pozzo è stato usato un rotolo di carta igienica, per l’albero un grande foglio di carta da pacchi.

Il tutto condito con la creatività e la fantasia degli alunni che hanno lavorato sodo con la guida dei loro insegnanti. Importante anche l’apporto del personale non docente che ha collaborato attivamente e al quale sono andati i ringraziamenti degli insegnanti.

A fare da cornice al presepe una serie di cartelli che fanno gli auguri di buon Natale e lanciano messaggi di pace in parecchie lingue straniere, le lingue dei Paesi dai quali arrivano i ragazzi presenti nella scuola di via Rainoldi.

Davvero una bella iniziativa. Come spiegano gli insegnanti di sostegno Pasquale Grande e Michele Di Toro, “è un impegno che punta alla piena integrazione di tutti i ragazzi, che per noi sono soggetti attivi”. Un lavoro che sottolinea, continuano i docenti, “messaggi di pace e di fratellanza tra i ragazzi della scuola”. Il presepe parteciperà al Concorso dei presepi lanciato dal Comune di Varese. Oltre a Grande e Di Toro, hanno collaborato gli insegnanti Maria Nicolais, Cinzia Tartaria, Maria Donnicola, Saveria Crisci.

13 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi