Milano

Milano, contestato Maroni alla commemorazione della strage di piazza Fontana

bologna_MaroniContestato il presidente della Regione Lombardia, Maroni, che ha partecipato alla commemorazione della strage di piazza Fontana nella stessa piazza a Milano. Sono partiti fischi e cori antifascisti contro il governatore lombardo da parte di alcuni centri sociali appartenenti al centro sociale “Il cantiere”.

Un gruppo di militanti antagonisti ha tentato più volte di superare le transenne che li separava dalle autorità di fronte all’ex Banca Nazionale dell’Agricoltura. Secco il commento di Maroni: “Questa è una vergogna per Milano”. Poi ha aggiunto: “Questi sono i veri fascisti: chi non tollera le opinioni diverse”.

Al termine della cerimonia le contestazioni si sono rivolte anche contro il sindaco Giuliano Pisapia. “È ora di finirla, basta stare coi fascisti”, hanno urlato i manifestanti, che consideravano il sindaco di Milano “reo” di aver partecipato alla cerimonia al fianco del governatore Maroni e del presidente della Provincia di Milano Guido Podestà. “Si giudica da sola”, è stato il commento delle contestazioni da parte di Pisapia al momento di lasciare la piazza.

 

12 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Milano, contestato Maroni alla commemorazione della strage di piazza Fontana

  1. Alfonsa Manzardo il 13 dicembre 2013, ore 11:50

    fin che sono quelli dei centri sociali a contestarti, tanto onore a te Bobo!

Rispondi