Varese

Cgil di Varese: giornata nera per sicurezza sul lavoro. Due operai cadono dall’alto

cantiere_sicurezzaLa Cgil di Varese interviene sulla morte sul lavoro e sull’incidente sul lavoro che si sono verificati ieri. “Con l’infortunio mortale accaduto ieri a Ranco, a un lavoratore che operava su un ponteggio di un cantiere edile, salgono a cinque le vittime sul lavoro di quest’anno nella nostra provincia. Di questi, ben tre sono stati determinati per caduta dall’alto e tre sono accaduti in cantieri edili”.

“La dinamica dell’infortunio  - continua la Cgil – è all’esame dell’organismo di vigilanza e della magistratura, ma dai primi riscontri risulta che abbia ceduto il parapetto di assi di legno ancorato alla pavimentazione della terrazza. É naturale chiedersi in che modo è stato montato, dato che il parapetto deve avere proprio la funzione di impedire la caduta dall’alto. Non sappiamo se è stata la fretta, o la spinta a ridurre i costi, oppure la mancanza di professionalità nel montare il parapetto, sarà la magistratura ad accertare le responsabilità, quel che resta è ancora una volta un lutto in una famiglia e una sconfitta per la società”.

Dichiara la Cgil di Varese: “Purtroppo quello di Ranco non è stato l’unico infortunio avvenuto ieri, perché anche alla Whirpool di Cassinetta di Biandronno un operaio di un’azienda appaltatrice, che lavorava allo smantellamento di un impianto, è caduto dal soppalco da un’altezza di circa tre metri, a causa dello sfondamento di una griglia. L’operaio, dipendente di un’agenzia di somministrazione, non indossava la cintura di sicurezza che avrebbe potuto trattenerlo dalla caduta, ha riportato danni al viso e al braccio ed stato trasportato in ospedale in codice giallo”.

“Fortunatamente – prosegue la Cgil di Varese – non è accaduto il peggio, ma questo infortunio dimostra quanto sia importante una formazione efficace (l’operaio interinale è stato formato?) che aumenti la percezione del rischio e un’effettiva sorveglianza del comportamento e del rispetto delle procedure di sicurezza da parte del datore di lavoro. La Cgil di Varese si unisce al cordoglio dei familiari di Luigi De Carlo”.

 

11 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Cgil di Varese: giornata nera per sicurezza sul lavoro. Due operai cadono dall’alto

  1. carlo il 11 dicembre 2013, ore 18:26

    Sono Carlo Soricelli curatore dell’osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro http://cadutisullavoro.blogspot.com da 6 anni l’Osservatorio monitora i morti sul lavoro. Con la vittima di ieri a noi risultano 4 morti sui LUOGHI DI LAVORO dall’inzio dell’anno nella vostra provincia, di un quinto non ne sappiamo niente, vorremmo sapere se sono 5 complessivi compreso l’itinere o 5 sui luoghi di lavoro? Se complessivi dell’itinere dovrebbero essere molti di più. Se potete approfondire? Per noi è importante sapere chi è la quinta vittima. In Lombardia abbiano monitorato 68 lavoratori morti sui LUOGHI DI LAVORO.dall’inizio dell’anno Con l’itinere si arriva almeno al doppio.

  2. Vittorio Torriero il 13 dicembre 2013, ore 16:36

    Perché non vi interessate anche di infortuni in ambiente domestico – ne avvengono ogni anno 4.500.000 con ben 8.000 casi mortali e con un costo valutato in 12milamiliardi di euro – se vi interessa combattere anche questi rischi leggete il Progetto Safety Bridge recentemente premiato dall’INAIL come buona pratica e scaricabile dal sito http://www.ceper.it – saluti a tutti Vittorio Torriero Presidente Ceper Milano

Rispondi