Varese

Varese, il ribelle Giamburrasca conquista il pubblico. E lancia la rassegna “AmaTe!”

OLYMPUS DIGITAL CAMERAApertura simpatica e vivace, all’Ucc Teatro di Varese, della rassegna di teatro amatoriale “AmaTe!” con l’ottimo musical “Mi chiaman…Gian Burrasca” messo in scena, a sostegno dell’Anaconda, dall’associazione culturale GirinArte e dalla compagnia Splendor del Vero di Luisa Oneto, che dello spettacolo è stata sapiente regista.

Un musical ispirato al famoso volume di Vamba “Il Giornalino di Giamburrasca”, un classico dei giovani d’altri tempi che lo spettacolo andato in scena ieri sera ha abilmente adattato al gusto degli spettatori di oggi. Il risultato della scuola di teatro diretta dalla stessa Oneto, che al termine della messa in scena è salita sul palco e ha auspicato che la cultura consenta al Paese un colpo d’ala.

Sul palco una trentina di interpreti, alcuni giovanissimi, che hanno ripercorso la vicenda del ragazzino uscito dalla fantasia di Vamba, ribelle e dispettoso, terribilmente simpatico, impersonato dal bravo Giacomo Russo. Tutti bravissimi gli interpreti, ma meritano un cenno di speciale apprezzamento la giovane Alessandra Steffenini, nei pani della direttrice del collegio (la parte di Bice Valori nel famoso adattamento televisivo), e l’ottima Natalia Scarpolini, nella parte dello stesso Vamba.

Una favola di ieri e di oggi che la Oneto ha saputo rendere al meglio, con scenografie di Alesandro Lanzillotti e musica live per la gioia dei partecipanti. La finalità benefica, a sostegno dell’Anaconda, cooperativa sociale Onlus di Varese, è stata la ciliegina sulla torta di una bella serata a teatro.

8 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi