Varese

Ricordati in Consiglio Trombetta e De Bellis. L’applauso dell’assemblea

imagesCANS1XYCLa seduta del Consiglio comunale di ieri sera si è aperta sul ricordo di due varesini scomparsi che, con la loro presenza e attività, hanno dato lustro alla Città giardino: Dante Trombetta e Vincenzo De Bellis. E’ stato il presidente del Consiglio, il neo-forzista Roberto Puricelli a sottolineare davanti all’assemblea civica la presenza di Trombetta e De Bellis tra i banchi del Consiglio: il primo, nelle file Dc, tra il ’64 e il ’70, mentre il secondo, come consigliere missino, tra l’85 e il ’90.

Due personalità significative, ha continuato Puricelli, sottolineando come Dante Trombetta, oltre a consigliere comunale, sia ricordato da tutti come presidente dell’Ospedale di Circolo e della Centrale del Latte negli anni Ottanta. E’ stato anche punto di riferimento della Robur et Fides: “Ha incarnato gli ideali cristiani e lo sforzo per migliorare la città”. “Ho avuto la fortuna di conoscere Trombetta negli anni dell’Oratorio e penso che abbia influito positivamente anche nel mondo cattolico”.

Umanità, simpatia, sincerità sono le virtù di Dante Trombetta evocate dal sindaco Attilio Fontana: “Ricordo con grande simpatia Dante Trombetta, che ha avuto la capacità – ha sottolineato il sindaco – di rappresentare la varesinità laboriosa, seria, di chi si dedica agli altri, alla propria città”. Ha proseguito Fontana: “Voglio esprimere le condoglianze ai famigliari a titolo personale, a nome della giunta, di tutta la città”. Poi Fontana ha ricordato Vincenzo De Bellis: “Ho avuto il piacere di conoscerlo: sempre attento e impegnato per la nostra città. Ho avuto diversi incontri con lui, che professava idee politiche diverse dalle mie, pur nella stima reciproca”.

“Due persone – ha concluso Fontana – che non dimenticheremo facilmente”. Ricordi e riflessioni che hanno suscitato l’applauso di tutto il Consiglio comunale di Varese.

6 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi