Politica

Morto Mandela, leader anti-apartheid. Dalla lotta armata al Premio Nobel

nelson-mandela-thumbIl grande leader sudafricano Nelson Mandela è morto all’età di 95 anni. Lo ha annunciato il presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, che in un discorso televisivo alla nazione ha parlato della morte del grande leader anti-apartheid. “I nostri pensieri – ha detto – sono con la sua famiglia, con i colleghi e amici e con il popolo sudafricano”. Lutto nazionale in Sudafrica, con bandiere a mezz’asta da venerdì al giorno delle esequie. Zuma si è rivolto ripetutamente a Mandela col suo popolare e affettuoso soprannome: Madiba. E’ morto a casa a Johannesburg, senza mai essersi ripreso da un’infezione polmonare.

Nasce il 18 luglio del 1918 nel piccolo villaggio di Qunu, nella regione del Traskei, forse una della più rigogliose del sud-est del paese.  A 22 anni, compie una scelta che lo segnerà per il resto della vita: lottare contro il regime dell’apartheid. Nel 1942, aderisce all’African national congress (Anc). Fonda la Youth league, una lega giovanile vicina alle posizioni dell’Anc.
Nel 1955 è stufo di vedere attorno a sé tanta ingiustizia. E’ diventato un avvocato, e fornisce, in modo gratuito, l’assistenza alle vittime della repressione del regime bianco. Quando l’Anc è messo al bando, Nelson Mandela sceglie la lotta armata. Vive tre anni da clandestino: nel 1963 è arrestato, il processo dura nove mesi e viene condannato all’ergastolo. Trasferito nell’isola di Robben Island, di fronte a Città del Capo, ci resterà per 27 anni.

Nel 1985 gli viene offerta la libertà condizionata. A patto che rinneghi la lotta armata. Mandela rifiuta. Resterà in carcere fino all’11 febbraio del 1990. E’ una data storica, quando Mandela varca il portone di Robben Island, sbarca a Città del Capo, raggiunge il palazzo del Comune e annuncia la fine del regime razzista. Lo fa insieme a Frederick de Klerk, l’ultimo presidente del Sudafrica segregazionista. Ottengono entrambi, nel 1993, il Premio Nobel per la pace. Dal 1991 al 1994, Nelson Mandela è presidente dell’Anc. Corre per le presidenziali: è il primo Capo di Stato sudafricano di colore. 

 

6 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi