Varese

Cortisonici: basta polemiche, lavoriamo tutti a festival del cinema targato Varese

DSCN0412-300x175Riceviamo dai Cortisonici e volentieri pubblichiamo un contributo di grande interesse. Sì, perchè invece di sterili polemiche, di contrasti inutili, occorre un salto di qualità, che qui i ragazzacci dei Cortosonici dimostrano di sapere fare…Chapeau:

E allora facciamo un comunicato in risposta… ecco il comunicato in risposta… Idee? Proviamo: “Vi offriamo una completa e assoluta ritrattazione. L’imputazione era del tutto priva di fondamento anzi erano dichiarazioni non comprovate. È stato tutto motivato dalla nostra malizia e ci addolora che qualche mio commento possa aver recato danni. E qui giuriamo di non ripetere tali offese né ora né mai nel futuro… No, Un pesce di nome Wanda non funziona.

Un’altra: Per la difesa della cultura cinematografica e della libertà di friurla birretta-muniti l’Associazione Cortisonici contro le Istituzioni proclama uno sciopero della fame…

No, troppo impegnativo. Poi bisognerebbe essere conseguenti e scioperare, e arriva il week end.

Allora è finita? Hai detto finita? Non finisce proprio niente se non l’abbiamo deciso noi. È forse finita quando i tedeschi bombardarono Pearl Harbour? Col cazzo che è finita! E qui non finisce, perché quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare! No, anche Animal house suona un po’ troppo impegnativo.

Senti, e se diciamo che settimana prossima al festival Sottodiciotto di Torino, il più importante d’Italia per il cinema educativo e scolastico c’è in concorso un corto realizzato dall’accoppiata Cortisonici Ragazzi/Unicef Varese? Non basta?

Senti questa allora: settimana scorsa alla 25° edizione dell’Istanbul Short Film Festival c’era in concorso Una volta fuori, prodotto da Cortisonici LAB. Ecco, potremmo attaccare così:

Mentre infuria la cine-bufera sulla città giardino, la bandiera biancazzurra Cortisonica e quella rossocrociata di Varese sventolano all’ombra della Moschea blu e dell’Antonelliana Mole.

Forse è un po’ pomposa, però rende. Sarebbe bello metter da parte polemiche e pensare a quel festival cinematografico che la città di Varese si merita.

Serve approfondire? Approfondiamo.

Serve fare commissioni? Commissioniamo.

Serve compilare il formulario? Formuliamo. Serve fare tavoli? Intavoliamo.

Intanto è arrivato un pacco dalla scuola di cinema di Madrid. Hanno mandato i corti senza che lo chiedessimo e senza un bando pubblicato. Facciamo partire il lettore e buona visione… qualche parte nel 2014 questi cortometraggi li proietteremo.

Associazione Cortisonici

6 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Cortisonici: basta polemiche, lavoriamo tutti a festival del cinema targato Varese

  1. Cortisonici Varese il 6 dicembre 2013, ore 17:53

    lo volevi il comunicato ?

  2. Mauro il 6 dicembre 2013, ore 22:40

    Furono i Giapponesi a bombardare Pearl Harbor (senza la u). Studiate prima di dire minchiate.
    Mauro

  3. marta il 7 dicembre 2013, ore 09:02

    Signor Mauro, era una citazione da Animal House…Sembrava chiaro ma forse… -_-

  4. samuel B. il 9 dicembre 2013, ore 16:24

    grande signor mauro! dietro la lavagna e rivedersi subito animal house… i classici per dio i classici! beata ignoranza…

Rispondi