Varese

Varese, festival Cortisonici, Pinti (Lega): sostenerlo è semplicemente una scelta giusta

PINTISulla questione della fine del festival dei Cortisonici interviene anche la Lega Nord. Per i lumbard prende la parola Marco Pinti, segretario della Lega cittadina di Varese (nella foto): “Cortisonici è una delle iniziative culturali più importanti di Varese, anno dopo anno è diventata un appuntamento rituale per la nostra città.  Una vera “tradizione” nel senso in cui andrebbe intesa questa parola: non adorare la cenere, ma coltivare il fuoco. Cortisonici ha saputo fare proprio questo, coinvolgendo pazientemente sempre più giovani varesini, anno dopo anno, non tanto e non solo come pubblico, ma soprattutto nell’organizzazione degli eventi, nei laboratori didattici, nelle giurie, nelle campagne di promozione. Tutte iniziative possibili solo grazie allo sforzo dei tanti volontari che ogni anno colgono quest’occasione per mettersi in gioco in prima persona. Giovani per una volta protagonisti e non comparse”.
“Una manifestazione – continua Marco Pinti – che promuove realmente l’immagine di Varese nel mondo, come dimostrano i  gemellaggi internazionali messi in campo, tra gli altri, con i Paesi Baschi nel 2011 e con il Canton Ticino nell’edizione scorsa, da cui peraltro è nata una collaborazione con la Televisione della Svizzera Italiana”.
Per il segretario cittadino della Lega “il Comune di Varese ci ha creduto fin dall’inizio, investendo risorse ogni volta più difficili da trovare in un bilancio a cui lo Stato Centrale sta stringendo sempre più il cappio al collo. Ma questa è un’altra storia… L’impegno della Giunta non deve comunque venir meno, perché sostenere Cortisonici non è una scelta politica, è semplicemente una scelta giusta”.

5 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, festival Cortisonici, Pinti (Lega): sostenerlo è semplicemente una scelta giusta

  1. Carlo il 5 dicembre 2013, ore 09:37

    Si piange sempre quando il gioco è rotto…

Rispondi