Varese

Cancellati in bilancio 50 mila euro per le imprese. Scoppia la polemica

operai_in_fabbrica_1-300x225Dove sono finiti i 50 mila euro di microcredito per le imprese varesine in difficoltà? La domanda è aleggiata ieri sera in Commissione Commercio. Una mozione di Nicoletti, che aveva ricevuto il semaforo verde del Consiglio comunale, stabiliva che Palazzo Estense mettesse a disposizione questa cifra per venire incontro alle piccole imprese che boccheggiano, che difficilmente vedono uno spiraglio da questa crisi, che stentano a sopravvivere con banche che hanno chiuso i rubinetti. La cancellazione di quei soldi per le piccole imprese è stata sottolineata dall’assessore al Commercio Ghiringhelli in forma di “comunicazione”. “Queste risorse sono state messe nelle casse del Comune in occasione della variazione di bilancio, uno spostamento che era documentato nel materiale distribuito ai commissari prima della votazione della variazione di bilancio”.

Una notizia che ha dato fuoco alle polemiche in una Commissione tranquilla, che si doveva occupare di regolamento dei circhi e di eventi natalizi. Pur riconoscendo tutti i consiglieri la correttezza dell’assessore Ghiringhelli a comunicare questo cambiamento, la polemica è partita con Alessio Nicoletti (consigliere di Movimento Libero), che si è detto “contrariato”. “Si trattava di una mozione – ha spiegato Nicoletti – approvata dal Consiglio comunale e codificata in bilancio. Nessuno è venuto a rimarcare che quei fondi erano stati spostati nella variazione. Un fatto grave, che lede il rapporto tra giunta e Consiglio”. Per quanto riguarda in documenti relativi alla variazione, interviene il consigliere Sel Rocco Cordì, “abbiamo ricevuto la documentazione nel momento stesso in cui la Commissione è stata convocata”. Alza il tiro anche il consigliere del Movimento 5 Stelle, Francesco Cammarata: “il vero problema è che molte mozioni, votate dal Consiglio, non hanno seguito. E poi per Villa Mylius i soldi sono stati trovati”. Prende la parola Luciano Ronca (Varese & Luisa): “Sono esterrefatto: risorse che sono state stralciate dal bilancio senza che ci fosse stato detto”. Per Luca Conte del Pd “non c’è stato il tempo necessario per ben valutare, tutto è arrivato in Commissione per la variazione”.

L’assessore Ghiringhelli, però, mette sul piatto anche difficoltà più di natura tecnica: “Credo che queste risorse possano essere messe a disposizione il prossimo anno. Tuttavia in una forma diversa: nel caso della mozione si parlava di un fondo di garanzia piuttosto complicato da istituire. Richiedeva infatti un organismo di controllo da istituire presso il Comune. Si può invece percorrere la strada di un fondo a sostegno delle piccole imprese in difficoltà”.

 

 

 

3 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi