Varese

Varese, giunta di lunedì decide emendamenti presentati dal sindaco al Pgt

imagesCANS1XYCTutto è pronto per il rush finale del nuovo Pgt di Varese, il documento che disegna il futuro della città e che, prima di arrivare al traguardo, ha suscitato polemiche, registrato ritardi, subito rinvii. Ma a questo punto il tempo è scaduto, e non resta che adottare il provvedimento entro la fine dell’anno (deve invece essere approvato entro il mese di giugno). Come ha ribadito recentemente il presidente del Pirellone Maroni: mai più proroghe. Dunque, il traguardo pare vicino.

Sono infatti già state programmate le sedute del Consiglio comunale che affronteranno il documento: presentazione, da parte dell’assessore all’Urbanistica Binelli, il 5 dicembre e poi via alla discussione, alla guerra degli emendamenti, al voto ad oltranza nelle sedute del 17, 18, 19 dicembre. 

La Giunta presenta al Consiglio comunale lo stesso documento presentato in ottobre alle parti sociali per l’adozione. Come rimarca l’assessore all’Urbanistica Binelli “abbiamo ricevuto suggerimenti e proposte di cambiamento soltanto da Confagricoltura e Coldiretti, e da nessun altro, non dagli Ordini professionali”.

Questa mattina si è riunita la giunta, all’inizio con la presenza del sindaco Fontana, per stabilire quali emendamenti presentare al Pgt: saranno emendamenti proposti dal sindaco al Pgt. Emendamenti che si affiancheranno ad un maxi-emendamento approvato in Commissione per correggere le inesattezze presenti nel documento, e ai vari emendamenti dei gruppi o dei consiglieri presenti in Consiglio.

2 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi