Varese

Varese, in Consiglio comunale il tormentone-Imu. Via libera ad aliquote ridotte

OLYMPUS DIGITAL CAMERAConvocata d’urgenza la seduta del Consiglio comunale di Varese. Si è svolta in Villa Recalcati, sede della Provincia, location inconsueta per le riunioni del parlamentino cittadino. Al centro della seduta il tormentone Imu che, pur non essendo stato ancora pubblicato il decreto del governo che stabilisce quanto lo Stato restituisca ai Comuni, è stata affrontata dal Consiglio. La seduta è partita alla conclusione di una riunione di maggioranza.

Anche se il sindaco Fontana avverte che le cose possono cambiare una volta che venga pubblicato il decreto del governo sull’Imu, tuttavia la proposta della maggioranza viene illustrata dall’assessore al Bilancio, il Pdl Giuseppe Montalbetti: seconda rata Imu sulla prima casa del 2013 ridotta da 0,58 a 0,45; aumento del gettito Imu per banche e assicurazioni (con un introito di 124 mila euro). Dopo che Nicoletti (Movimento Libero) ha presentato un ordine del giorno per invitare il Parlamento a coprire le aliquote (ordine del giorno che sarà approvato), parte un battibecco tra il Pd Luca Conte e il consigliere leghista Emanuele Monti, proseguito per tutta la seduta. “Un vero pasticcio a livello nazionale, quello dell’Imu – incalza il vicecapogruppo Pd -, ma la maggioranza ha messo Varese nel pasticcio nazionale”. Tuttavia Conte riconosce che il sindaco ha preso l’impegno di abbassare le aliquote e lo ha mantenuto. “Mi sento preso in giro da Conte – interviene il leghista Monti -, espressione del governo che ci ha messo in questa difficoltà…”. Poi il lumbard aggiunge: “In questi anni il Pd non ha proposto nulla, ma ha fatto solo sterili polemiche. Mentre noi stiamo facendo i miracoli per la città”. “Evidentemente – controbatte Conte – Monti è molto distratto..”. Il presidente del Consiglio Puricelli chiude la polemica. Ma il grillino Francesco Cammarata interviene per difendere Conte: “Non è il caso di insultare gli altri consiglieri”.

Per il Sel Rocco Cordì, che aveva proposto una maggiore articolazione dell’Imu, “si naviga a vista in una situazione che è il frutto di un atto di demagogia elettorale del Pdl, a cui il Pd ha ceduto”. Intervengono anche il capogruppo del Pdl Ciro Grassia e Luciano Ronca (Varese&Luisa). Il Pdl Cosentino dice che “è imbarazzante che l’opposizione attacchi giunta e sindaco”. Prende la parola anche il sindaco Fontana per ribadire che lui non ha fatto “una furbata” alzando le aliquote. “Se lo fosse stata, lo Stato non avrebbe coperto l’Imu per il 60%. Semmai la furbata la fa il governo, che non rimborsa tutta l’Imu ma solo una parte”. Si va dunque al voto per alzata di mano, dato che non c’è il voto elettronico a Villa Recalcati: sì alla riduzione delle aliquote a larghissima maggioranza (nella foto).

Si affronta quindi il punto dell’assestamento di bilancio, che si basa, oltre che sull’Imu, anche sugli utili dell’Avt e sull’avanzo di amministrazione. Ma prende subito quota, per quanto riguarda la variazione di bilancio, la questione della riqualificazione di Villa Mylius e dei 500 mila euro che metterà sul tavolo il Comune. Proprio contro questo uso delle risorse, il Pd Conte presenta un emendamento. Al momento del voto, viene approvato l’emedamento del sindaco per ridurre le aliquote Imu (favorevoli 26 consiglieri), viene bocciato l’emendamento di Conte (i contrari sono 18), ed infine passa l’assestamento di bilancio (favorevoli 18 e contrari 11). In queste ultime due votazioni, alla maggioranza si aggiunge l’Udc Morello.

 

1 dicembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, in Consiglio comunale il tormentone-Imu. Via libera ad aliquote ridotte

  1. giovanni Zappalà il 1 dicembre 2013, ore 10:27

    Non c’è peggiore sensazione che navigare in un mare in burrasca, di notte e senza rotta.Ma alla fine i cittadini, che sono i passeggeri, purtroppo, vogliono sapere:
    1° Quale è la differenza tra le due aliquote.
    2° Se riceveremo a domicilio la documentazione relativa al pagamento.
    3° Il termine di pagamento (ed eventuali multe per i ritardi)
    Amareggiatissimo.

Rispondi