Varese

Varese, studenti dell’Artistico e dello Scientifico alla prova dei “Giardini Sospesi”

imagesCAMJ47OEÈ uno degli snodi cruciali per migliorare la competitività italiana: troppo spesso, il mondo della formazione scolastica e quello della vita d’impresa viaggiano in parallelo, senza trovare momenti d’incontro. Un aiuto concreto per superare questo gap che penalizza il nostro Paese giunge oggi anche da Varese grazie a Fim Group. I ragazzi del Liceo Artistico e dello Scientifico saranno chiamati a definire un intervento estetico per rendere ancor più belli e funzionali “I Giardini Sospesi”, struttura targata Fim Group all’avanguardia sul piano ecoambientale, in realizzazione a Masnago, a pochi passi dalle due scuole superiori presenti nel rione varesino.

Dopo adeguati momenti di formazione in aula, già avviati in queste settimane e realizzati grazie a professionisti messi a disposizione dalla stessa Fim Group, gli studenti dell’indirizzo Design del Liceo Artistico e quelli dello Scientifico potranno testarsi nello sviluppare un progetto capace di valorizzare uno degli elementi tecnologici del cantiere de “I Giardini Sospesi”. Sarà, insomma, l’occasione per rendere ancora più qualificata una struttura che offrirà il miglior comfort abitativo unito a un ambiente visivo e naturale di gran pregio.

L’elemento tecnologico su cui si cimenteranno gli studenti sono i camini di ventilazione del complesso immobiliare che, utilizzando le migliori tecnologie di risparmio energetico, garantiranno un deciso salto nella qualità della vita, recuperando un’area industriale dismessa. “La proposta di valorizzare esteticamente un elemento tecnologico – sottolineano i docenti coinvolti nell’iniziativa – offre l’opportunità agli studenti di concorrere a definire l’idea del quartiere in cui operano e trascorrono una buona parte del loro tempo. È per loro anche l’opportunità di avvicinarsi, in modo inconsueto, a standard tecnologici innovativi, efficienti e sostenibili”.

Compito degli studenti sarà allora quello di partire dall’osservazione e dall’analisi dell’ambiente, ricco di aspetti paesaggistici rilevanti, che circonda gli edifici attualmente in progress per poi avanzare delle proposte. Ogni indirizzo di studio potrà utilizzare la forma artistica ritenuta più opportuna nel fornire la realizzazione grafica e modellistica della propria idea. A cadenza mensile, fino alla chiusura del laboratorio d’idee previsto a primavera, i ragazzi saranno chiamati a illustrare i passi in avanti compiuti nei loro lavori. In seguito, tutte le progettualità saranno condivise con i tecnici di Fim Group affinché possano dare realizzazione all’idea estetica sviluppata.

“Il progetto Giardini Sospesi – ricorda il presidente della stessa FIM Group Massimiliano Monferini – nasce dal recupero di un’ex area industriale dismessa che degradava il quartiere di Masnago. Con questo intervento immobiliare, la nostra azienda ha voluto manifestare concretamente il proprio impegno per la città giardino. Con l’iniziativa presentata oggi vogliamo, ancora una volta, investire nelle risorse del nostro territorio, le risorse più importanti per lo sviluppo di una città: i giovani studenti. Un segnale importante per contribuire a recuperare il gusto per il bello, calato nella quotidianità dell’ambiente urbano”.

Un’iniziativa vasta e articolata così da permettere un’autentica crescita formativa dei ragazzi coinvolti. Un progetto di grande importanza dunque, rispetto al quale Fim Group ha deciso di stanziare 6.000 euro che saranno suddivisi tra i due Licei per aiutarne la crescita al servizio delle giovani generazioni.

 

 

 

21 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi