Varese

Varese, Fondazione Valcavi, cinque anni a sostegno dell’Insubria

unnamedSi è svolta stamattina, nella Sala Consiglio dell’Università dell’Insubria, a Varese, la conferenza stampa di presentazione delle nuove iniziative della Fondazione Valcavi per l’Università dell’Insubria. Hanno partecipato: il magnifico rettore, professor Alberto Coen Porisini; il presidente della Fondazione, professor Renzo Dionigi; il vicepresidente, professor Livio Ghiringhelli; il consigliere, professoressa Rossella Locatelli e la vedova dell’avvocato Valcavi, dottoressa Paola Bassani. La Fondazione Giovanni Valcavi per l’Università dell’Insubria sostiene il diritto allo studio, la ricerca, le iniziative culturali e di divulgazione scientifica dell’Università dell’Insubria: dalla nascita nel 2008 a oggi sono state erogate numerose borse di studio per studenti meritevoli iscritti a corsi di laurea a Varese e a Como; stanziati premi per giovani ricercatori e sono state organizzate quattro Lectures con eminenti studiosi di area economica e giuridica, su temi di stretta attualità.

Prestigioso l’ospite della edizione numero quattro della “Lecture” organizzata dalla Fondazione: infatti, martedì 26 novembre, alle ore 17, nell’Aula Magna di via Ravasi 2, a Varese, sarà il professor Alberto Quadrio Curzio, professore emerito di Econo­mia politica all’Università Cattolica e vice presidente dell’Acca­demia Nazionale dei Lincei, a tenere una relazione sul tema: “La situazione economica italiana: problemi e prospettive”. L’iniziativa beneficia del riconoscimento di crediti formativi per i dottori commercialisti e per gli avvocati.

Per quest’anno accademico la Fondazione ha concentrato il suo impegno innanzitutto nel sostegno alla didattica del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza nella sede di Varese.

Nell’ambito del diritto allo studio, la Fondazione ha finanziato due borse di studio biennali del valore di 2500 euro ciascuna, per studenti meritevoli iscritti al corso di laura magistrale in Economia, Diritto e Finanza d’Impresa a Varese: le cui domande possono essere presentate fino al mese di marzo 2014. Inoltre, da due anni, la Fondazione sostiene studenti meritevoli fuori sede iscritti al corso di laurea in Fisica a Como, attraverso borse di durata triennale.  

È in fase di perfezionamento il bando per una borsa di studio  per uno studente meritevole fuori sede, iscritto al corso di laurea in Giurisprudenza a Varese, finalizzata al pagamento della retta presso il collegio universitario Carlo Cattaneo.

Sempre per quest’anno, la Fondazione ha stanziato contributi destinati all’International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities, per realizzare ricerche sulla storia del diritto e del notariato nel territorio insubre e per la pubblicazione dei risultati. Il Centro Storie Locali, inoltre, avvierà a breve un lavoro di raccolta e pubblicazione degli scritti rilevanti dell’avvocato Valcavi.

Infine, grazie alle risorse messe a disposizione dalla Fondazione si replica quest’anno il gettonatissimo corso di Educazione Finanziaria per non economisti riservato a studenti delle Scuole superiori di Varese e Provincia e a studenti universitari iscritti in discipline non economiche, che ha come obiettivo quello di fornire elementi base circa il funzionamento dei mercati finanziari, l’analisi degli strumenti di investimento e finanziamento e l’uso consapevole del denaro e del credito. La prima lezione – a cura del dottor Andrea Uselli, coordinatore del corso, dal titolo: “Conosci il tuo nemico (?) perché è importante acquisire elementi di conoscenza della finanza” – si terrà domani, 20 novembre alle ore 14.30 e riguarderà gli argomenti: Basi di economia e finanza: moneta, denaro e tasso d’interesse; gli operatori e i mercati finanziari.

 

 

19 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi