Varese

Varese, al Twiggy la “bibbia” dei poeti-rapper firmata da Marco Borroni

2352348-mamadou_d_JPGPoesia, avanti con la sfida fatta di parole e ritmo al Twiggy di Biumo Inferiore, dopo che si è tenuta una prima serata dedicata al “Discanto di Gisa” con l’autore Sandro Sardella e gli slammer Marco Tavazzi e Antonella Visconti. Seconda puntata, ancora al  Twiggy, con la presentazione di un progetto editoriale assai singolare: mercoledì 20 novembre alle ore 21 sarà lanciato il terzo volume di IncasRIMEtrici (Arcipelago edizioni), un volume che fotografa la realtà ampia e diversificata di rap e slam poetry.

A parlare del volume arriveranno a Varese l’autore-curatore Marco Borroni, insieme a Davide SCARTY DOC Passoni, Marco TEMPO, che con il varesino Luca Chiarei daranno vita ad un dialogo tra idee e versi. Sarà anche l’occasione per lanciare anche a Varese la LIPS, ovvero la Lega Italiana Poetry Slam, voluta da Dome Bulfaro, Christian Sinicco e Max Ponte per riunire le scene di poetry slam, i luoghi e i protagonisti della sfida poetica che sta rinnovando anche in Italia la poesia. LIPS verrà presentata ufficialmente il 1 dicembre 2013 al Trieste International Slam, trainando il campionato che terminerà il 3 maggio a Monza con la finale nazionale, a cui Varese aderisce con la finale de “expoetryslam” il 21 marzo 2013.

I quattro performer saranno pungolati da tre giornalisti varesini: Valeria Deste, Andrea Giacometti e Marco Tavazzi, che interverranno nella serata tra performance e curiosità nello spirito della sfida in versi misurata direttamente dal pubblico.

La serata è organizzata da Abrigliasciolta in collaborazione con il Twiggy.

18 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, al Twiggy la “bibbia” dei poeti-rapper firmata da Marco Borroni

  1. abrigliasciolta il 20 novembre 2013, ore 10:04

    grazie infinite per la collaborazione sempre attenta…

    “aloud from poets cafè”@Twiggy è la decima stagione abrigliasciolta, che ovviamente è dedicata alla città in cui abbiam sede.

    da stasera entreremo nel vivo del fenomeno performativo per lanciarci dal 27 novembre nelle selezioni provinciali di expoetryslam, a cui partecipano voci sole per ricordare anche a Varese che «la poesia non è fatta per glorificare il poeta, essa esiste per celebrare la comunità; il punto dello slam non sono i punti, il punto è la poesia» Marc Smith, il poeta americano che nel 1987 a Chicago ‘inventò’ il poetry slam.

    We slam, therefore we are!

Rispondi