Roma

Roma, il Pdl è morto, rinasce Forza Italia. E’ scissione nel centrodestra

berluIl Pdl è morto. Lo ha deciso il Pdl che ha riunito la sua direzione nazionale al Palazzo dei Congressi di Roma. Ed è nata – anzi è rinata – Forza Italia tenuta al battesimo dallo stesso Silvio Berlusconi che, dopo un intervento di un’ora e mezza, si è sentito male ed è stato sostenuto dal suo medico personale.

L’ala definita “governativa” guidata da Alfano, e che fa riferimento al Ppe a livello europeo, ha deciso di non partecipare al Consiglio Nazionale di oggi. Una scelta che ha origine nel fatto che alle condizioni poste è stato detto no: no alle garanzie interne (primarie e scelte condivise in tutte le cariche) e no alla dichiarazione di sostegno al Governo Letta. Quando Berlusconi parla del “Nuovo Centrodestra” dalla platea partono urla: “Traditori!”.

Come dice Berlusconi “Popolo della libertà non comunicava più alcuna emozione”. Grave la scissione, secondo il Cavaliere, che sostiene andare “contro l’unione dei moderati”. E quanto all’esecutivo delle grandi intese, Berlusconi sottolinea che “è difficile pensare di restare alleati in Parlamento e seduti allo stesso tavolo in Consiglio dei ministri con qualcuno che vuole uccidere il tuo leader”. Se poi, in futuro, ci fosse un governo di Pd e grillini, allora “molti di noi saranno costretti a espatriare e non potranno vivere in Italia”.

Mentre sta concludendo il suo intervento, Berlusconi si sente male. Si aggrappa al leggio e interviene il medico che gli fa subito bere un bicchiere d’acqua. Brunetta è l’unico a parlare dal palco oltre al Cavaliere: il documento che presenta al Consiglio Nazionale viene approvato all’unanimità.

16 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Roma, il Pdl è morto, rinasce Forza Italia. E’ scissione nel centrodestra

  1. GIO il 18 novembre 2013, ore 18:30

    Si ritorna a vent’anni fa ……. il nuovo che avanza! C’è proprio da stare allegri! Abbiamo perso la corriera! Ma ci consoliamo col bunga-bunga, qualche nano e qualche barzelletta

Rispondi