Varese

Varese, Fiab Ciclocittà lancia il ciclista illuminato. Consigli per pedalare più sicuri

ciclista illumCiclisti urbani più consapevoli per aumentare la propria sicurezza. E’ questo lo scopo che anima l’iniziativa di Fiab Ciclocittà “Il ciclista illuminato”, giunta ormai all’ottava edizione e realizzata con la collaborazione del Comune di Varese. Sabato 16 novembre l’associazione cicloecologista varesina allestirà in piazza San Vittore dalle 14 alle 19 una postazione informativa ed espositiva con prodotti per la visibilità di chi utilizza la bici nelle ore più buie. Chiunque inoltre potrà usufruire di un check-up gratuito dell’impianto luci e dei dispositivi di sicurezza della bicicletta (freni, sterzo, ruote..).

La manifestazione, il cui motto è “Fatti notare. La sicurezza inizia dall’essere visibili”, quest’anno si allargherà ai temi della conoscenza delle regole e dei comportamenti più corretti per evitare incidenti. Durante il pomeriggio Ciclocittà diffonderà anche la guida “Consigli al ciclista”, presentata stamattina in conferenza stampa con l’assessore Stefano Clerici e il presidente Beppe Ferrari. Un agile opuscolo, prodotto anch’esso in collaborazione con l’Assessorato all’ambiente del Comune di Varese, che affronta con l’aiuto di semplici disegni le situazioni più a rischio per un ciclista in città, dagli incroci alle rotatorie, dai sorpassi agli attraversamenti pedonali.

“La conoscenza del Codice della Strada è un tassello fondamentale per circolare sulle strade – spiegano l’associazione e il Comune nell’introduzione della guida. – D’altro canto il semplice rispetto delle regole della circolazione può non essere sufficiente a garantire la sicurezza del ciclista: è sempre utile infatti accompagnarlo all’accortezza che deriva dalla pratica quotidiana della bici, condividendo lo spazio tra diversi utenti nel rispetto reciproco. Per creare dunque consapevolezza e sicurezza nel ciclista urbano offriamo ai cittadini di Varese il presente opuscolo invitandoli a scegliere, in ogni occasione, il mezzo di trasporto più salutare per sé e per la città”.

E proprio per aumentare la consapevolezza e promuovere l’utilizzo del casco Fiab Ciclocittà ha prodotto anche una cartolina con le istruzioni e i consigli per un corretto uso, come l’omologazione secondo la norma EN 1078 o il fatto che debba calzare perfettamente, senza premere in nessun punto e senza scivolare.

“Non per obbligo ma per saggezza” è la posizione di Fiab, riassumibile in “Sì all’uso del casco, soprattutto per i bambini e nelle lunghe pedalate. No all’obbligo di legge generalizzato, che potrebbe limitare l’uso quotidiano della bicicletta, mentre è provato che la maggior sicurezza del ciclista deriva dalla quantità di ciclisti sulle strade”.

 

13 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi