Varese

Varese, cosa sta succedendo in Comune? Il Pd Mirabelli lancia l’allarme

miraCosa sta succedendo in Comune a Varese? – si domanda il capogruppo Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli (nella foto), “Dopo aver “riposato” per lunghi mesi – argomenta Mirabelli – l’Amministrazione comunale di Varese sta mettendo in fila per le prossime settimane una serie di operazioni politiche, tecniche e finanziarie potenzialmente dirompenti per la città”.

Dice Mirabelli: “L’ Amministrazione sta decidendo l’aumento dell’IMU sull’abitazione principale e relative pertinenze dall’ attuale 0,45% allo 0,58% nella speranza, ma per ora non esistono certezze, che il Parlamento confermi con la legge di stabilità l’abolizione della seconda rata annuale e che il minor gettito derivante venga totalmente compensato al Comune dallo Stato”. E poi “sta decidendo, presa dal panico di far quadrare i conti del bilancio all’ultimo momento, di vendere nientemeno che cinque milioni di euro in azioni di A2a spa ( la società che gestisce molti servizi pubblici locali) perché non è stato raggiunto dal comune il saldo obiettivo di stabilità per l’anno 2013: il rischio è di “svendere” i gioielli di famiglia, perché le azioni in questo momento hanno un valore di molto inferiore a quello del periodo pre-crisi”.

Continua il capogruppo Pd: “L’ Amministrazione sta decidendo di assegnare Villa Mylius, direttamente e senza alcuna procedura ad evidenza pubblica, alla Fondazione Marchesi, nientemeno che per 35 anni, prelevando oltretutto € 500.000 di risorse dalle casse comunali, dove le risorse sono oggi particolarmente esigue”. Oltre a ciò “l’ Amministrazione vuole adottare entro poche settimane il PGT, documento fondamentale che disegnerà il futuro di Varese per i prossimi 10-15 anni, in una quasi totale assenza di discussione nella competente commissione consiliare e, soprattutto, nella città”.

Infine Mirabelli sostiene che “l’ Amministrazione comunale, presa dal panico di far quadrare all’ultimo momento i conti del bilancio, sta decidendo di ridurre il capitale sociale di AVT spa dagli attuali € 1.473.628 al minimo legale di € 120.000, perché non è stato raggiunto dal comune il saldo obiettivo di stabilità per l’anno 2013″.

“Ciascuna di queste operazioni – conclude il capogruppo Pd – nelle prossime due settimane sposterà milioni di euro dei contribuenti varesini. E’ più che mai opportuno che su ciascuna di esse vi sia la massima attenzione nei confronti dei Cittadini e del Consiglio Comunale che li rappresenta”.

13 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi