Varese

Varese, arrivano le Reliquie di Giovanni Paolo II. Il programma definitivo

papa-giovanni-paolo-IIÈ pronto il programma definitivo di eventi culturali e celebrazioni liturgiche che accompagneranno la presenza della teca contenente il sangue del beato Wojtyla. Dal 25 novembre al 1° dicembre, la Basilica rimarrà aperta con orario continuato dalle 6.30 alle 23.30 per permettere alle migliaia di fedeli attesi di rendere omaggio e pregare di fronte alla reliquia del futuro santo.

Aspettando la reliquia

Nel battistero di san Giovanni, di fianco al campanile del Bernascone, si parte in anticipo da sabato 23 novembre con l’apertura della mostra fotografica “GPII il papa che ha cambiato la storia”. In serata nel salone dell’oratorio femminile di Malnate “Accogliendo Karol” sarà proiettato “La bottega dell’orefice”, film tratto dall’omonimo libro di Wojtyla.

Tra teatro e musica: nel programma della cultura

La Basilica, il 27 novembre alle 21, ospita lo spattacolo “Un uomo in Cammino. Viaggio tra le opere letterarie di Karol Wojtyla” con Matteo Bonanni e il coro “Cara Beltà”. Sabato 30, alle 21, nella chiesa San Vittore a Casbeno “Testimonianza in musica”, al pianoforte don Carlo José Seno, musiche di Chopin.

Celebrazioni Liturgiche

Cuore del calendario sono le funzioni religiose che prendono il via lunedì 25 novembre alle 17: con l’accoglienza della Reliquia in piazza San Vittore da parte di monsignor Prevosto alla presenza della Autorità Cittadine.

Ogni giorno rosari, lodi, meditazioni

Seguiranno i Vespri solenni e la testimonianza presieduti da monsignor Slawomir Oder, postulatore della Causa di Beatificazione Canonizzazione di Giovanni Paolo II. Chiude la giornata il porporato, Sua Eminenza il cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi che presiede, alle 21, la messa solenne di accoglienza.

Il 26 novembre cominciano i pellegrinaggi per le diverse aree del decanato, alle 6.45 tocca all’area nord guidata da monsignor Erminio Villa, parroco di Santa Maria del Monte a Varese.

E poi ancora la presenza di S. Ecc.za mons. Renato Corti, vescovo emerito di Novara, alla messa delle 10 e alle 21 la celebrazione con le corali del Decanato, presieduta da monsignor Franco Agnesi, Vicario Episcopale della Zona di Varese.

Mercoledì 27 è previsto, alle 6.45 il pellegrinaggio dell’Area Interland presieduto da don Francesco Corti e alle 18.30 la messa per tutti i bambini della città, accompagnata da tutti i coretti della parrocchie del Decanato.

Giovedì 28 sarà caratterizzato dal pellegrinaggio dell’Area sud con don Massimiliano Terraneo e, alle 17.30, dai Vespri con meditazione presieduti dal varesino monsignor Ettore Malnati, Vicario Episcopale per la cultura della Diocesi di Trieste.

Venerdì 29, i pellegrini arrivano dall’Area est con don Carlo Garavaglia e alle 21 è previsto un momento di preghiera guidato da Padre Baldo Alagna, sacerdote della Fraternità Missionaria GPII.

Sabato 30 è il giorno dedicato a malati e giovani, figure carissime al pontefice polacco. Alle 6.45 al seguito di don Mauro Barlassina arriveranno i fedeli dell’Area ovest. Alle 10 la messa solenne con la presenza dei malati della città con Sua Ecc.za monsignor Marco Ferrari, già vescovo Ausiliare di Milano e alle 21 veglia con i giovani presieduta da monsignor Agnesi.

Il primo dicembre segna la chiusura dell’evento, delle 17.30, con la santa messa di saluto presieduta da Sua Eccellenza monsignor Luigi Stucchi, vescovo Ausiliare di Milano.

 

13 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi