Varese

Varese, il Comune è interessato al Poligono, bene demaniale

imagesCAMJ47OEIl Comune presenterà entro il 30 novembre il piano del Federalismo demaniale condiviso oggi dalla giunta comunale. A illustrare i dettagli, il vicesindaco Carlo Baroni.

L’art. 56-bis del D.L. n° 69/2013, convertito con legge n. 98/2013, dispone infatti che “a decorrere dal 1º settembre 2013, i comuni, le province, le città metropolitane e le regioni che intendono acquisire la proprietà dei beni presentano all’Agenzia del demanio, entro il termine perentorio del 30 novembre 2013 con le modalità tecniche da definire a cura dell’Agenzia medesima, una richiesta di attribuzione sottoscritta dal rappresentante legale dell’ente, che identifica il bene, ne specifica le finalità di utilizzo e indica le eventuali risorse finanziarie preordinate a tale utilizzo”

”Abbiamo quindi eseguito un’analisi e una ricognizione sul territorio – ha spiegato Baroni - individuando quali dei beni demaniali potrebbero essere di interesse pubblico,  in modo da essere impiegati per fini istituzionali o valorizzati. Tra questi ci sono il poligono e l’ex stazione del tram di viale Aguggiari, ma anche case e negozi sottratti alla mafia e all’usura. Vedremo poi la risposta dell’agenzia del demanio per le valutazioni conclusive”.

L’elenco completo:

- immobile in via del Poligono, poligono di tiro;

- immobile in viale Aguggiari, ex stazione del tram per Valganna;

- immobile in via Tonale  immobile uso misto abitazione/terziario confiscato alle mafie;

- immobile sito in via Tonale, ristorante P.T. appartamento piano primo oltre autorimessa;

- immobile sito in via Merini, uso commerciale;

- immobile sito in via Cimabue, uso residenziale;

- immobile di via Malnasca, unità abitativa;

- rifugi antiaerei di viale dei Mille e via S. Francesco D’Assisi;

- via Monte Golico,  2 autorimesse

- posto auto in via Manzoni

 

 

12 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi