Varese

Varese, Premio Falcone Borsellino, non al Capitano Ultimo ma alla Bruzzone

roberta-bruzzone_54_4922Cambio di programma per il Premio Falcone Borsellino per l’impegno nella lotta alla mafia conferito dalla LIUC in collaborazione con gli Amici di Piero Chiara, e non è la prima volta. Lo scorso anno lo stesso riconoscimento doveva essere conferito a don Luigi Ciotti, prete anti-mafia conosciuto a livello internazionale, fondatore dell’associazione Libera. Ma un improvviso cambio di programma portò a premiare non don Ciotti, ma il giornalista televisivo Michele Cucuzza.

Il Premio Speciale “G. Falcone P. Borsellino”, promosso dall’istituto Giuridico di Ricerca Comparata di Pontremoli e dal Libero Istituto Universitario “Carlo Cattaneo” di Castellanza, viene annualmente conferito a un personaggio impegnato nella lotta contro la mafia. In collaborazione con gli Amici di Piero Chiara, è stato conferito nel 2010 a Roberto Maroni, nel 2011 a Pietro Grasso, e nel 2012, appunto, a Michele Cucuzza.

Quest’anno era stato dato l’annuncio che il premio sarebbe stato conferito a Capitano Ultimo. Ma “per motivi di sicurezza personale ha preferito declinare e pertanto gli verrà conferito in un luogo di sua scelta da definirsi”, come recita uno stringato comunicato degli organizzatori. Il prestigioso riconoscimento sarà dunque assegnato a Roberta Bruzzone (nella foto). La premiazione si terrà venerdì 15 novembre, alle ore 21, presso Villa Recalcati a Varese. Introdurrà Alfredo Bassioni.

Ecco la motivazione: “Premio Falcone Borsellino 2013 a Roberta Bruzzone per la corposa attività scientifica e divulgativa nelle scienze criminologiche, quale imprescindibile ausilio alle attività di indagine”.

Roberta Bruzzone , laureata in psicologia clinica, è psicologa forense, criminologa, criminalista, analista della scena del crimine, esperta in Scienze Forensi, docente presso gli Istituti di Formazione della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri. È consulente tecnico forense ed ambasciatrice del Telefono Rosa Onlus. È autrice di diverse trasmissioni televisive tra cui La scena del crimine e Donne mortali di cui è anche conduttrice. Dal 2013 è docente e direttore scientifico del master in Criminologia Investigativa, Scienze Forensi e Analisi della Scena del Crimine presso l’Università degli Studi Niccolò Cusano. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Manuale Investigativo degli abusi sui minori , Nuovo Studio Tecna Edizioni 2006, Chi è l’assassino – Diario di una criminologa , Mondadori 2012, Segreti di famiglia – Il delitto di Sarah Scazzi, Aracne Editrice 2013.

7 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Premio Falcone Borsellino, non al Capitano Ultimo ma alla Bruzzone

  1. Marianna il 19 aprile 2016, ore 20:33

    La conoscenza imperfetta è peggio dell’ignoranza.

Rispondi