Varese

Varese, 4 Novembre, in piazza Repubblica si celebra l’Unità Nazionale

prefettogiorgiozanzi1Lunedì 4 novembre 2013 ricorre l’Anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale. Per celebrare la ricorrenza la Prefettura in collaborazione con il Comune, la Provincia di Varese e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma ha organizzato una cerimonia provinciale che si articolerà secondo un ricco programma di iniziative.

Come sottolinea il Prefetto Giorgio Zanzi (nella foto), “l’iniziativa è stata decisa al fine di ricordare con la opportuna solennità una ricorrenza che ha costituito un momento fondamentale della nostra storia patria, con la perdita della vita e gravi menomazioni per centinaia di miglia di soldati e drammatiche conseguenze per la popolazione civile. Nella nostra provincia le passate generazioni si sono distinte, come testimoniano le decine di monumenti presenti su tutto il territorio, per particolare sensibilità e memoria verso coloro che durante la guerra hanno manifestato fino all’estremo sacrificio l’attaccamento alla Patria. A noi oggi il compito di mantenere vivo tale sentimento”.

Dal Prefetto di Varese l’invito alla cittadinanza a presenziare alla cerimonia, che rappresenta una tappa di avvicinamento alla ricorrenza del centenario della I^ Guerra Mondiale che verrà ricordato congiuntamente il prossimo anno dagli Stati europei.

Ecco il programma del 4 Novembre:

Ore 10.45

Arco Mera – piazza San Vittore, deposizione di corone commemorative

Corteo da Arco Mera a Corso Matteotti, Piazza Monte Grappa, Via Volta, Piazza Repubblica

Ore 11.00

Piazza Repubblica - Onore ai Caduti e omaggio al Monumento alla presenza delle Autorità civili, militari, cittadine e delle Associazioni Combattentistiche d’Arma e Partigiane

Ore 11.20

Piazza Repubblica - Interventi delle Autorità

2 novembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, 4 Novembre, in piazza Repubblica si celebra l’Unità Nazionale

  1. roberto gervasini il 4 novembre 2013, ore 18:52

    Le bande musicali cittadine costano pochissimo rispetto a cio’ che offrono. Il trasferimento dall’Arco Mera a Piazza della Repubblica, come del resto tutta la cerimonia, Avrebbe potuto esser accompagnata da una banda musicale di Varese, Velate, Capolago, o da quella dei Bersaglieri di Vergiate ed avrebbe dato un tono di colore in piu’ alla manifestazione-Si festeggia la vittoria del 4 novembre 1918 e si commemorano i morti- La scelta del Prefetto Zanzi di tenere la manifestazione comunque un lunedi 4 novembre va rispettata, ma la domenica tanti distratti o poco informati sulla storia patria avrebbero avuto modo di farsi delle domande. C’erano piu’ militari che liberi cittadini e questo deve far pensare. Ho fatto una considerazione e cioè che i miei avi parenti, dispersi sul >Carso o tornati ciechi e grandi invalidi di guerra, han combattuto e son stati sacrificati per una marea di gente che ha come funzione sociale quella di tener alta la domanda di consumi e poco altro. saluti. Roberto Gervasini. Varese

Rispondi