Regione

Arcisate-Stabio, Del Tenno: non inaugurata con Expo, ma durante Expo

ArciseStabioI lavori per la realizzazione della tratta ferroviaria Arcisate-Stabio sono ripresi (come da accordo raggiunto la scorsa settimana fra impresa Salini ed Rfi). Il Canton Ticino ha avuto modo di constatare che l’opera è una priorità per la Lombardia. Questi i principali esiti dell’incontro che si è svolto al Pirellone fra l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno e il presidente del Governo ticinese Paolo Beltraminelli (nella foto l’incontro).

“Come avevamo annunciato lo scorso mese a Bellinzona – ha detto Del Tenno - oggi abbiamo avuto il primo di una lunga serie di colloqui. Abbiamo infatti deciso di aggiornarci reciprocamente con cadenza settimanale, non solo da un punto di vista politico-istituzionale, ma anche tecnico”. Proprio con questo scopo è stato avviato un Tavolo ai massimi livelli fra l’Assessorato e gli uffici del Governo svizzero. L’assessore Del Tenno, entrando nel merito della realizzazione dell’opera, ha ricordato che la Regione non ha né alcun tipo di potere, né di responsabilità sull’Arcisate-Stabio che è completamente in mano a Rfi e a un’impresa privata. “Anche quello che non ci compete ma è sul nostro territorio – ha però precisato – ci interessa e dunque ci siamo subito mobilitati e siamo riusciti a sbloccare una situazione di stallo che durava da mesi”.

Per quanto riguarda i tempi, Del Tenno ha spiegato che oggi è impossibile ipotizzare quando verrà inaugurata la tratta non solo perché “tanto, tantissimo dipenderà dai rapporti fra Rfi e impresa, ma anche perché rimangono aperti ancora alcuni fronti che richiedono l’intervento del Cipe”. E’ il caso delle terre e rocce da scavo. ”Pensiamo – ha detto l’assessore – che fra fine febbraio e inizio marzo potremo avere una risposta anche in questo senso. Nel frattempo però abbiamo redatto il cronoprogramma di tutte le opere che non riguardano gli scavi e il movimento terra. Questo vuol dire che l’infrastruttura può andare avanti; vogliamo colmare il ritardo accumulato con la Svizzera che, per parte sua, ha già quasi ultimato i lavori”. “Sarebbe già un grandissimo risultato – ha chiosato – poterla inaugurare non per l’Expo, ma durante l’Expo”.

“Il 3 gennaio – ha annunciato l’assessore – cominceranno i lavorvii sul ponte della Bevera sul versante italiano. Anche questo dimostra che il cantiere è ri-avviato e che le maestranze hanno già cominciato a preparare il cantiere affinché possa girare a pieno regime al più presto”. L’assessore ha anche spiegato che chiederà all’impresa di poter avere tre turni di lavoro ogni giorno. “E’ evidente che il ritardo dell’opera è dovuto esclusivamente a Rfi e all’impresa Salini – ha aggiunto – ma ho apprezzato il metodo operativo e il modo molto pragmatico assunto dal Canton Ticino e dal presidente Beltraminelli perché tengono alla realizzazione dell’opera senza entrare in altri tipi di criticità. Oltretutto hanno confermato piena disponibilità ad aiutarci e a porre le basi per altri progetti futuri da portare avanti insieme”.

La Svizzera ha chiesto alla Lombardia di collaborare a un servizio di ‘bus navetta’ fra Stabio e Malpensa nel caso in cui la tratta sul versante svizzero fosse aperta prima di quella sul fronte italiano.

Beltraminelli ha parlato di un incontro che ha assunto “un’importanza ben superiore a quella che mi aspettavo, non ero così fiducioso anche perché avevo avuto notizie frammentarie”. “So perfettamente – ha precisato - che Regione Lombardia non ha un ruolo attivo. Il Canton Ticino al contrario ce l’ha eccome e la parte Svizzera che costerà 180 milioni di franchi è stata finanziata con 100 proprio dal Cantone”. Beltraminelli ha spiegato che l’Arcisate Stabio “è una ferrovia unica, che non ha frontiera, fondamentale per collegare il Mendrisiotto con la Svizzera. E’ dunque più che necessario che quest’opera venga realizzata”.

Il presidente del Cantone ha definito “non di poco conto” le rassicurazioni ricevute da Del Tenno e ha apprezzato la “determinazione della Lombardia nel realizzare la tratta”. Anche per quanto riguarda lo smaltimento dell’arsenico, Beltraminelli si è detto fiducioso.

 

31 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Arcisate-Stabio, Del Tenno: non inaugurata con Expo, ma durante Expo

  1. Adriano Gallina il 31 ottobre 2013, ore 19:22

    EXPO(ST)

Rispondi