Varese

Varese, alla Brunella nasce il Centro multiservizi per la disabilità e la famiglia

Mail05Tx0008Presentato, questa mattina, il progetto di riqualificazione, per scopi sociali, degli immobili dell’ex convento dei Frati Minori della Brunella, in via Crispi, affidato alla Fondazione Renato Piatti Onlus e destinato a diventare il Centro multiservizi per la disabilità e la famiglia, un punto di riferimento per il territorio varesino, che avrà particolare attenzione per i minori con disabilità e per le loro famiglie.

Il nuovo centro multiservizi (oltre 2500 metri quadrati all’interno e altri 2000 di spazi verdi) riunirà in un solo luogo tutto il sistema di cura, la clinica, la riabilitazione precoce, la residenzialità, la formazione, la ricerca sulla disabilità, l’ascolto e l’accompagnamento delle famiglie: una struttura multifunzionale, che si porrà come sportello unico di welfare, prendendosi in carico i minori con disabilità fisica o intellettiva e le famiglie in situazioni di criticità o fragilità.

“Come Regione Lombardia siamo molto attenti alla fragilità e, proprio pochi giorni, fa abbiamo assunto una delibera che stanzia 30 milioni di euro per i componenti fragili della famiglia – ha dichiarato il presidente della Regione, Roberto Maroni, in visita alla Brunella (nella foto) -. Anche da questo punto di vista la Regione Lombardia è tra le più attente a questo mondo e anche oggi, qui a Varese, dimostriamo la nostra attenzione verso le situazioni di fragilità, situazioni in cui vogliamo intervenire, per risolverle”. “Come Regione Lombardia siamo vicini a questo progetto, perché questa iniziativa è coerente con la nostra visione e con quello che stiamo facendo. Questo è un esempio virtuoso di una delle eccellenze presenti in Lombardia, che vogliamo sostenere”.

29 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi