Regione

Regione, riforma Aler, sì ad accorpamenti, ma non ci sarà l’azienda unica

caseIl Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo questo pomeriggio, insieme al Vice Presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture Luca Del Gobbo (PdL), ha incontrato i rappresentanti UIL Ferdinando Lioi, Rinaldo Carnevali, Gianluca Maritato, Maria Rita Belloni, Tiziana Viggiano e Ilaria Geppert,accogliendo la loro richiesta di confronto sul tema della riforma Aler.

Il Presidente Raffaele Cattaneo, che già lo scorso martedì 8 ottobre aveva ricevuto i vertici Cisl, ha ribadito che: “Il Consiglio ha già stabilito paletti chiari: innanzitutto, non viene messa in discussione la funzione sociale delle Aler, con la consapevolezza che per sostenere questa importante funzione sarà comunque necessario mettere mano alle politiche della casa rivedendo la gestione delle risorse da finanziare. Dobbiamo poi tenere presente –ha aggiunto Cattaneo- che occorrerà trattare Milano in maniera distinta dall’intero sistema, avendo l’azienda della città capoluogo una situazione particolare per dimensione e numeri degli alloggi. Inoltre, ci sarà un organo consultivo che allargherà la partecipazione e si sta ragionando sulla sua composizione”. Il Presidente del Consiglio ha ricordato come “il 26 novembre andrà in aula un primo provvedimento sulla governance e, tra qualche mese, un altro di revisione di tutta legge n°27 del 2009 sulla casa. In questi mesi proseguirà il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali che già è in corso. Il mio auspicio –ha concluso Raffaele Cattaneo- è che possa continuare il percorso di approfondimento dei vari aspetti della nuova normativa anche con proposte concrete da parte dei sindacati”.

“Abbiamo già istituito un apposito gruppo di lavoro che si sta occupando del tema e che si riunisce regolarmente ogni settimana per accelerare l’iter di revisione della normativa attuale sul patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica” – ha sottolineato il Vice Presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture Luca Del Gobbo, anticipando che in ogni caso per quanto concerne la governance ci saranno accorpamenti ma non si andrà verso una soluzione finale che prevede la creazione dell’azienda unica: “Tenendo conto del progetto di legge approvato dalla Giunta e delle proposte avanzate dai gruppi consiliari –ha aggiunto Luca Del Gobbo-, troveremo una soluzione di equilibrio in grado di garantire un contenimento della spesa e di dare contemporaneamente risposte dal punto di vista sociale, anche attraverso la ristrutturazione del patrimonio edilizio”.

I rappresentanti sindacali hanno sottolineato soprattutto la necessità di salvaguardare il ruolo sociale delle Aler, sottolineando la necessità di tutelare i lavoratori e i livelli occupazionali e dichiarando contrarietà a ipotesi di accorpamenti. “Serve rivedere lo strumento dei contratti d’affitto –hanno sottolineato- e per quanto concerne Milano il problema più urgente è il recupero di alloggi sfitti”.

Il gruppo di lavoro creato all’interno della Commissione Territorio e che sta lavorando sulla riforma ALER è composto dal presidente Alessandro Sala in qualità di relatore del provvedimento, oltre che dai Consiglieri Luca Del Gobbo(PdL), Donatella Martinazzoli (Lega Nord), Luca Ferrazzi (Lista Maroni Presidente), Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia), Onorio Rosati (PD), Lucia Castellano (Patto Civico Ambrosoli) e Iolanda Nanni (M5Stel

 

29 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi