Varese

Varese, l’Arma impegnata nel controllo dei mercati all’aperto. 12 arresti

CarabinieriSi è appena conclusa la settimana di controlli dei Carabinieri dedicata ai mercati all’aperto della nostra provincia. Una campagna finalizzata a garantire una migliore cornice di sicurezza in chiave preventiva contro furti e borseggi ma anche alla verifica delle norme riguardo l’impiego di dipendenti.

Ecco in sintesi i risultati: 8 le violazioni amministrative riguardanti l’impiego di lavoratori in nero; 50 militari impiegati con 25 mezzi; 60 esercizi pubblici controllati.

Si sono impegnate pattuglie di Carabinieri in uniforme che hanno evitato che malintenzionati potessero approfittare della folla per borseggiare specie le persone più anziane. A distanza erano presenti anche Carabinieri in abiti civile, che confusi tra la gente tenevano d’occhio possibili scippatori. Il quadro, nei centri dove è operativo è stato completato dalla presenza rassicurante ai margini dei luoghi di svolgimento dei mercati, del Carabinieri di Quartiere.

Ma l’attività della settimana delle 5 Compagnie dei Carabinieri e delle 37 Stazioni ha dato i suoi frutti nell’azione di contrasto alla criminalità diffusa anche con 12 persone arrestate e 26 denunciati in stato di libertà e 24 grammi di sostanze  stupefacenti (cocaina e Hashish) sequestrate. In particolare i reati per i quali si è proceduto all’arresto vanno dalla rapina, agli stupefacenti all’associazione per delinquere mentre le denunce anche per furto, ricettazione, frode informatica, rissa, truffa.

 

28 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, l’Arma impegnata nel controllo dei mercati all’aperto. 12 arresti

  1. Loris il 30 ottobre 2013, ore 17:00

    tutti i giorni devono farlo e soprattutto rompere le balle agli zingari che sono in tutti e ripeto tutti i semafori di varese e ai parrucchieri cinesi che ne aprono a bizzeffe.

  2. Roy1 il 30 ottobre 2013, ore 21:44

    possiamo sapere se i datori di lavoro dei lavoratori in nero erano “zingari”, “cinesi” o italianissimi frodatori della collettività?

Rispondi