Varese

Varese, “La casa davanti al sole” accende i riflettori sui servizi sociali

anziani_rsaSi è svolto a Varese il convegno “L’impossibile innocenza del lavoro sociale e la contaminazione con la vita”. Il convegno proposto dalla Cooperativa sociale La casa davanti al sole in collaborazione con il Comune di Varese , il Centro Studi Erickson di Trento, il Gruppo Abele di Torino e l’Università Cattolica di Milano si è svolto presso il Salone Estense di Varese e ha visto la partecipazione di circa 150 persone.

Il convegno, ha posto al centro delle sue riflessioni l’importanza di coinvolgere attivamente nel lavoro degli operatori dei servizi sociali anche i cittadini che ne sono fruitori. Tale proposta nasce dalla convinzione, frutto di anni di lavoro sul campo, che cercare soluzioni esclusivamente tecniche e unilaterali non aiuti le persone a trovare risposta ai problemi di vita che le riguardano perché le risposte sono il frutto, più che di tecniche professionali, di cambiamenti sociali e relazionali che scaturiscono dalla condivisione e dal riconoscimento della partecipazione attiva delle persone che vivono quella particolare situazione, e che chiedono l’aiuto dell’operatore. L’operatore che non pone l’ascolto e la relazione al centro del suo intervento spesso invece rischia di sovrapporsi ai desideri e ai bisogni delle persone interpretandoli e trovandosi a decidere per loro, con o senza consapevolezza, guidato dai propri modelli professionali, valoriali e culturali e senza tenere in alcun conto la vita e la storia della persona che ha di fronte a sé.

E ancora il mandato istituzionale, se gestito in forma autoritaria, allontana la possibilità dell’empowerment (cioè il rendere le persone “capaci di ..”) rendendole fruitori, utenti o clienti delle decisioni prese dagli operatori in nome del loro benessere.

Le due domande che hanno accompagnato questi giorni hanno riguardato il come attivare relazioni di aiuto eticamente fondate e il come essere efficaci nel lavoro sociale rispettando il diritto delle persone a condurre la propria vita e ad assumere responsabilmente le proprie decisioni anche se in difficoltà

Sono state presentate alcune modalità operative come l’Advocacy, la Terapia Multifamiliare, le Family Group Conference, l’ Affido Partecipato, il Metodo Validation, l’Auto MutuoAiuto, innovativi strumenti di lavoro sociale che la Cooperativa “La casa davanti al sole” sta realizzando in collaborazione con il Comune di Varese e con altri Comuni della Provincia, che promuovono la partecipazione delle persone e delle famiglie ai processi decisionali che li riguardano.

Al convegno hanno partecipato importanti relatori italiani, sociologi, pedagogisti, psicologi, tra cui Andrea Canevaro, Raffaele Mantegazza, Fabio Folgheraiter, Manuela Tomisich, Maria Luisa Raineri, Franco Floris, Valentina Calcaterra, Stefania Capelli e Angelo Croci. Iain Ferguson, dell’Università del West of Scotland e Amy Rossiter, dell’Università di York in Canada sono stati gli ospiti stranieri.

 

27 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi