Varese

Varese, 1° Festival della Danza, la street dance trionfa alla sfida tra le undici scuole di balletto

Un momento del balletto vincitore

Un momento del balletto vincitore

Il “Festival dei Talenti” sta sperimentando, lanciando iniziative, collegando realtà diverse impegnate nell’arte e sul territorio. Ieri sera è stata la volta del 1° Festival della Danza di Varese, un paio d’ore di vetrina per 11 scuole di danza che al Teatro di Varese sono salite sul palco per offrire alla foltissima platea proposte diverse e, spesso, di buona qualità. Come ha detto lo stesso Leandro Ungaro, patron dell’associazione promotrice, “Vita Facile”, “buona la prima: è stato un esperimento, al quale seguiranno molte altre manifestazioni, compreso un festival della letteratura e anche un festival del giornalismo”. Insomma, tante proposte usciranno dal cilindro del dinamico Ungaro e della sua direttrice artistica Lara Bartoli,

Ieri sera le scuole di danza si sono alternate sul palco di piazza Repubblica. Ballerine e ballerini si sono intrecciati nel dare vita a quadri di generi diversi: dalla danza classica fino all’hip hop, con qualche “assaggio” anche di danza legata a musical assai popolari. Con il risultato che si è potuto avere un ricco spaccato dell’insegnamento della danza nella nostra provincia, Presenti nella serata di ieri le scuole All Dance Academy, Aretè, CFM Barasso, Dancetteria, Performance Academy, Promodance BLS Academy, Sogno di Danza, Space , Spazio 900, Time for Dance, Urban Point.

Uno spettacolo godibile, che è stato condotto da Nicoletta Magnani, che conoscevamo come musicista e poetessa, ma che ora scopriamo anche come ottima presentatrice, dotata di spontaneità e simpatia nell’introdurre partecipanti e spiegare il senso del festival.

A stabilire il vincitore Maurizia Luceri, già prima ballerina alla Scala di Milano, e poi preparatrice atletica di giovani talenti della danza. Verdetto attorno a mezzanote, quando è stato annunciata la vittoria dei giovani protagonisti di un balletto hip hop e break dance proposto dalla scuola Urban Point, una realtà molto forte che ha sede a Voltorre (Gavirate). Ai vincitori un’opera di Antonella Modaffari Bartoli. Al di là della gara, di grande suggestione il quadro “Scacco al Re” messo in scena dalla varesina Space. Offerte libere in favore del Centro Gulliver di Varese.

 

27 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi