Malnate

Malnate, l’edificio dell’ortomercato ora è diventato la casa della Protezione Civile

Il momento del taglio del nastro con Zamberletti e le autorità

Il momento del taglio del nastro con Zamberletti e le autorità

E’ stato inaugurato questa mattina il nuovo Polo della Sicurezza della Provincia di Varese, sede di Polizia provinciale, Protezione civile della Provincia di Varese, Protezione civile di Malnate e Gruppo Alpini di Varese – Luino.

Alla cerimonia di inaugurazione della struttura, situata in via delle Fontanelle a Malnate, erano presenti, oltre al Commissario Straordinario della Provincia di Varese Dario Galli, il sub Commissario della Provincia di Varese Andrea Polichetti, il Prefetto di Varese Giorgio Zanzi, il Presidente Ispro Giuseppe Zamberletti, i sindaci di Malnate e Vedano Olona Samuele Astuti ed Enrico Baroffio, il vicesindaco di Varese Carlo Baroni, l’assessore comunale alla Sicurezza Carlo Piatti, i consiglieri regionali Luca Marsico e Francesca Brianza, il Presidente del gruppo Alpini di Varese Francesco Bertolasi, oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine provinciali e molti sindaci del Varesotto. La nuova sede è stata benedetta dal vicario episcopale monsignor Franco Agnesi.

L’edificio nato con l’obiettivo di ospitare l’ortomercato, è stato in parte utilizzato (e lo è ancora) da un operatore privato. Il resto invece ha sempre avuto una destinazione incerta. Provincia di Varese, che possedeva il 25% della proprietà, ha colto l’occasione di acquisire tutte le quote di proprietà con l’obiettivo di realizzare la sede di Protezione civile e polizia provinciale. La collaborazione con le amministrazioni locali ha poi permesso di trovare gli spazi idonei anche per alpini e protezione civile di Malnate.

Come ha sottolineato il Commissario straordinario Dario Galli, “ora l’obiettivo è quello di intervenire di volta in volta e nei prossimi anni di far crescere il Polo della Sicurezza, magari creando qui una centrale operativa articolata e che preveda anche la presenza di altre forze dell’ordine della nostra provincia”. “La Protezione civile in questi ultimi anni è cresciuta notevolmente – ha fatto eco Giorgio Zanzi, Prefetto di Varese -, e questo sotto il profilo della professionalità e della qualità del servizio prestato. Consegnarle una sede operativa di questo tipo è stata un’operazione che merita un grande plauso. Nota di merito quindi per Dario Galli, oggi Commissario straordinario, che ha individuato un luogo logisticamente perfetto e realizzato un progetto di grande valore per tutto il nostro territorio”. +

Al taglio del nastro ha partecipato anche il “papà della Protezione Civile” in Italia, Giuseppe Zamberletti, Presidente Ispro: “Quando è nata la Protezione civile abbiamo subito intuito e individuato le Province quali istituzioni di riferimento. E con il senno di poi devo dire che fu una giusta intuizione. E oggi dico che eliminare questo livello amministrativo, che fa da raccordo tra Regione e Comuni, sarebbe un errore gravissimo, che non porterebbe vantaggi, ma semmai grandi rischi. Tra questi vi è anche il pericolo della conduzione della Protezione civile, che rappresenta solo un esempio dell’importanza amministrativa delle Province”.

Alla cerimonia di questa mattina hanno preso anche la parola Luca Marsico, Consigliere regionale e Presidente Commissione Protezione civile, e i sindaci di Malnate e Vedano Olona, rispettivamente Samuele Astuti  ed Enrico Baroffio.

25 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi