Luvinate

Rotary Varese-Verbano e Non Solo Pane insieme contro le nuove povertà

Da sinistra, Gaslini e Benzoni

Da sinistra, Gaslini e Benzoni

E’ avvenuto nell’antico chiostro del golf Club di Luvinate, lunedì scorso, l’incontro tra il Presidente del Rotary Club Varese Verbano, Riccardo Gaslini, ed il Presidente del Banco di Solidarieta’ Alimentare Non Solo Pane Onlus, Andrea Benzoni.

Il Rotary Club Varese Verbano da oltre 30 anni opera con numerose attivita’ sia internazionali che locali ( in particolare segue dalla fondazione e vede suoi soci nell’amministrazione di Varese con te, associazione a sostegno dei malati terminali e La Gemma Rara onlus sulle malattie genetiche ), oggi con il sostegno al Banco di Solidarietà Alimentare vuole porre maggiormente la sua attenzione e quella della collettività sulle nuove povertà, sopratutto in questo momento di perdurante crisi economica.

Il Banco di Solidarietà Alimentare Non Solo Pane Onlus raccoglie e distribuisce a domicilio derrate alimentari ad organizzazioni caritative ed oltre 2700 persone indigenti in Provincia di Varese, aiutandole a recuperare una condizione umana soddisfacente. Oggi le richieste sono in continuo aumento da parte non solo di immigrati senza occupazione, ma anche di Italiani : cinquantenni espulsi dal mondo del lavoro, giovani in attesa di lavoro , famiglie bisognose per separazioni e malattie .

In questo incontro sono state concordate alcune azioni a favore del Banco che si concretizzeranno con un contributo finanziario immediato alla sua operatività , in particolar per la distribuzione materiale delle derrate alimentari, il Rotary si e’ poi impegnato ad organizzare un gruppo di soci per collaborare concretamente alla raccolta delle derrate durante la prossima la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare realizzata dalla Fondazione Banco Alimentare a cui “Non solo pane” e’ strettamente collegata.

Infine il Rotary Varese Verbano sosterrà , anche presso i suoi organismi internazionali, l’iniziativa del Banco di Solidarietà Alimentare : “Investi in un bene che dura”, il cui scopo sarà la realizzazione a Varese di un impianto che consenta la rilavorazione di prodotti freschi ( essenzialmente frutta e verdura trasformati in conserve) per allungarne il ciclo di vita e poterli così consegnare insieme agli altri prodotti.

 

 

24 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi