Varese

Varese, pass della discordia, in Consiglio arriva il momento della verità

P41611071Sui pass della discordia, s’avvicina il momento della verità. Dopo il semaforo verde che si è acceso nella riunione di giunta di ieri, il documento approderà in Consiglio comunale nella seduta del 14 novembre. E dovrà essere licenziato celermente dato che in Comune si devono poi approntare i cartellini e distribuirli per chi può utilizzare i pass. “Un argomento che si è affrontato fin dall’inizio con tale demagogia, che si rischia oggi di aumentare invece che diminuire i pass”, commenta Carlo Piatti, assessore leghista alla Polizia locale. Resta comunque un argomento assai poco popolare e condiviso dai cittadini.

In giunta è stato approvato il testo uscito dalla Commissione e dunque non dovrebbe incontrare ostacoli una volta raggiunta l’Aula. Partiamo dal Consiglio comunale e dai consiglieri comunali. Prima i pass erano richiesti da alcuni consiglieri, mentre con la riforma saranno 5 i pass dati alla segreteria comunale che poi dovrà distribuirli tra i consiglieri che ne faranno richiesta. Prima c’erano pass per i 9 assessori, mentre con il nuovo regolamento saranno dati 2 pass ad ogni Area del Comune che poi li distribuirà.

C’è poi un capitolo relativo ai permessi rosa, che sarebbero stati introdotti in seguito all’insistenza da parte del Pdl: pass per parcheggiare attorno all’Ospedale del Ponte dalla 26a settimana di gravidanza fino a sei mesi dopo il parto. Infine, le persone disabili con il pass potranno parcheggiare gratuitamente:  è stato infatti abolito il pagamento della sosta minima.

23 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi