Varese

Varese, congresso provinciale Pd, il renziano Astuti: “sogno un partito a km zero”

Samuele Astuti

Samuele Astuti

“Non ho nessun problema se mi dicono che sono un renziano. Bene”. Corre per il vertice del Pd provinciale post-Taricco anche Samuele Astuti, apprezzato sindaco di Malnate, 37 anni, ricercatore precario al Liuc. Fondamentale, per Astuti, il rilancio della Provincia. “Ha grandi potenzialità, ma non si è mai data una strategia – dice il primo cittadino di Malnate -. E soprattutto deve mostrarsi in grado di coordinare”. Astuti parla di Pgt, occupazione, ambiente. Decisivo anche il tema dei Comuni: “Si tratta di enti che hanno subìto una serie di tagli e blocchi: per rispettare i vincoli di bilancio, stiamo ammazzando i Comuni”.

Quanto al Pd, Astuti mette i piedi nel piatto. “Penso ad una segreteria snella e veloce, gestita da una squadra affiatata. E a circoli che tornino ad essere luoghi di confronto e avamposti organizzativi”. Le liste civiche saranno interlocutori fondamentali alle prossime elezioni comunali del prossimo anno. Con uno slogan efficace Astuti dice di sognare un “partito a km zero”: “vicino ai cittadini, ai propri elettori, ai propri iscritti, ai propri amministratori locali”. Astuti dà le pagelle ai concorrenti in questa corsa alla segreteria provinciale: Sara Battistini? “MI piace molto, fa proposte interessanti con molta dolcezza”. E Luca Carignola? “Ottimo candidato”.

Astuti si presenta accompagnato dalla sua squadra: lo affiancano Eliana Prevedello, 26 anni, Marco Regazzoni, 24 anni, Massimo Brugnone 25 anni, e poi il vertice provinciale dei Giovani Democratici, Aureliano Gherbini, 21 anni (segretario dei GD) e Tommaso Police, 27 anni (presidente dei GD). Non manca infine qualche perplessità sul congresso provinciale. “Peccato che in un partito federale come il Pd – dice Astuti – dobbiamo fare tutto molto velocemente, abbiamo appena due settimane di tempo per fare il congresso. E poi penso sia negativo il fatto che gli iscritti votino una lista bloccata, senza potere esprimere preferenze”.

 

 

22 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi