Varese

Varese, Campionati Masters di Canottaggio, 5 milioni di indotto sul territorio

Il bilancio della manifestazione fatto dal Commissario Dario Galli

Il bilancio della manifestazione fatto dal Commissario Dario Galli

A un mese dalla chiusura dei Mondiali Masters di Canottaggio continuano ad arrivare complimenti da parte non solo delle diverse istituzioni coinvolte, nazionali e internazionali, ma anche da parte dei 3.363 singoli atleti che hanno trascorso una breve vacanza di sport sulle sponde del lago di Varese prendendo parte a quello che FISA ha definito “la migliore edizione dei Mondiali Masters di sempre” sia per il grande numero di atleti iscritti che per l’impeccabile organizzazione.

Concluso l’evento si è chiuso anche il bilancio dei Masters 2013 che hanno portato sul nostro territorio un indotto economico di oltre 5 milioni di euro. Per l’organizzazione della kermesse remiera il Comitato Organizzatore aveva messo a preventivo una spesa di circa 900.000 euro. Il consuntivo ha premiato il lavoro di tutti con il pareggio di bilancio.

“I numeri finanziari dei Masters 2013 vanno letti in maniera positiva e sotto differenti aspetti - afferma Dario Galli, Presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati Internazionali di Canottaggio - Il primo è quello che è stata raggiunta la totale copertura della spesa e ciò significa da un lato che è stata fatta una previsione precisa dell’investimento e dall’altro che ne è seguita un’attenta ed oculata gestione. E senza lesinare su qualità e professionalità, visti i commenti positivi che tutto il mondo ha fatto a Varese. Altro aspetto da rimarcare poi è l’impegno finanziario di istituzioni e aziende private, che insieme hanno creduto nell’appuntamento e che, ora e con il senno di poi, possono esprimere soddisfazione per visibilità ottenuta e valore aggiunto che ha portato l’aver legato il proprio marchio a un evento planetario riuscito alla grande. Valore non quantificabile numericamente, ma importante. Infine, – conclude Galli - credo che il pareggio di bilancio si debba tradurre in segno positivo per il territorio e il tessuto economico. Entrambi, infatti, hanno avuto benefici importanti”. Un ringraziamento particolare ai 24 istituti scolastici della provincia di Varese che con i loro 500 giovani volontari hanno contribuito alla perfetta riuscita dell’evento.

Il 35% delle spese sostenute sono state coperte solo dalle singole iscrizioni dei 10.609 atleti-gara e dall’affitto delle imbarcazioni. Il dato che però rende orgoglioso il Comitato e che ha contribuito fortemente alla riuscita dell’evento riguarda il supporto di Istituzioni: Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Varese; Enti come la Camera di Commercio di Varese e L’Agenzia del Turismo di Varese; e aziende private della provincia di Varese.

Grazie a contributi istituzionali, sponsorizzazioni e partnership tecniche, infatti, si è riusciti a coprire quasi il 55% delle spese vive.

Un ringraziamento particolare va a Elmec Solar ed Eolo che sono stati i Major Sponsor della WRMR 2013 ma un plauso anche a Tigros eUbi – Banca Popolare di Bergamo per il loro sostegno economico; MV Agusta che ha realizzato una Brutale dedicata ai Mondiali Masters venduta all’asta per 10.050 euro; NAU! che ha fornito occhiali “Made in Varese” a tutti i volontari; SEA che ha dedicato un’intera area degli arrivi di Malpensa per il well coming degli atleti; TRENORD e CTPI che hanno permesso gli spostamenti gratuiti in treno e in autobus per i volontari; ilBirrificio Angelo Poretti e il pastificio Lo Scoiattolo che hanno fornito prodotti per il food&beverage; Lessmore che con i suoi arredi sostenibili ha arredato l’info point dell’Agenzia del Turismo della provincia di Varese e dello IAT del Comune di Varese.

Anche il comparto “Food and Beverage” ha funzionato in modo egregio. Nei diversi punti ristoro allestiti sul campo di gara sono sati battuti oltre 4.500 scontrini al giorno. Grazie anche al lavoro dei volontari, sono stati venduti in totale più di 500 chilogrammi di pasta, 900 chilogrammi di patatine fritte, 3.000 salamelle, sono stati spillati oltre 2.200 litri di birra.

Un altro dato degno di nota è l’attenzione che gli organizzatori hanno prestato alla gestione dei rifiuti. I Mondiali Masters di Canottaggio 2013 si confermano un evento virtuoso anche dal punto di vista della raccolta differenziata. Il totale della raccolta sul campo di gara e nel parco Zanzi della Schiranna è stata superiore al 64% in linea con i dati della Provincia di Varese che è tra le prime due Province lombarde per la migliore gestione dei rifiuti.

 

22 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi