Varese

Varese, nel segno dell’innovazione debutta il Gruppo Orefici e Gioiellieri Uniascom

La relazione di Marco Parravicini

La relazione di Marco Parravicini

Primo appuntamento ufficiale per il neonato Gruppo Orefici e Gioiellieri della Provincia di Varese targato Uniascom-Confcommercio. Si è infatti svolto alla Sala Campiotti della Camera di commercio di Varese il convegno “Saper cogliere il cambiamento”. “Il primo passo che facciamo come gruppo di categoria”, ha esordito il presidente Marco Parravicini, ringraziando le diverse autorità presenti in prima fila: il Prefetto Zanzi, il Questore Messina, il Comandante dell’Arma, De Angelis, il Colonnello delle Fiamme Gialle, Morelli. Per il Comune erano invece presenti il sindaco Fontana e l’assessore al Commercio Ghiringhelli.

Un passaggio importante, la costituzione di un nuovo gruppo all’interno di una categoria fondamentale, per la nostra provincia, come i commercianti. Un momento significativo colto dal primo cittadino di Varese, Attilio Fontana, che ha detto: “la vostra categoria, come tutte quelle del commercio, è fondamentale per il nostro Paese e la nostra economia. A voi auguro di tenere duro in questo momento difficile. Sono felice che sia nata la vostra associazione, una prova di vitalità del vostro settore”.

Ha quindi preso la parola il presidente di Uniascom Varese, Giorgio Angelucci. Per Angelucci “stiamo vivendo una crisi devastante e preoccupante, che sta minando l’esistenza stessa delle nostre aziende. Una sfida che richiede un input innovativo: il mestiere come era fatto fino a pochi anni fa, deve cambiare, occorre innovare”.

Nella sua relazione introduttiva, Marco Parravicini, ha spiegato come il ruolo dell’associazione sia quello di sostenere ed aiutare i soci a risolvere numerosi problemi. Tra i problemi sul tavolo, i diversi cambiamenti che vanno affrontati: la fluttuazione del prezzo dell’oro, le migliaia di norme che si sono accumulate, il fenomeno dei negozi Compra Oro, che hanno spopolato. Certo, non manca anche il problema della sicurezza. “A questo proposito abbiamo attivato un sistema di mail che segnaleranno eventuali situazioni criminose, anche solo il sospetto”. 

C’è poi il problema della formazione, che Parravicini ha definito “importantissima nel nostro settore”. “Il nostro lavoro – ha rimarcato il presidente della nuova associazione – non si esaurisce nella conoscenza delle pietre, pur essenziale, ma si misura anche con la capacità di sapere gestire punto vendita e magazzino”. Tante nuove necessità per cui l’associazione può orientare, aiutare, informare e formare. Sul fronte della informazione, Parravicini ha introdotto due importanti strumenti disponibili per muoversi sul mercato: la Fineco Bank e Gfk, il gruppo leader nelle indagini di mercato, pronto a fornire dati di sell out preziosi per gli imprenditori orefici.

14 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi