Varese

Varese, un’esplosione di ritmo e simpatia il concerto di MagicaMusica

Un momento del trascinante concerto di MagicaMusica

Un momento del trascinante concerto di MagicaMusica

Un’esplosione di simpatia e di bravura. Bastano due parole per fotografare il concerto, che si è tenuto nel pomeriggio presso l’auditorium del Liceo Musicale di Varese, dell’orchestra di ragazzi speciali MagicaMusica, 25 elementi sul palco con parecchi musicisti diversamente abili che mostrano, nel corso di tutta l’esibizione, di avere talento da vendere. Si tratta di un evento organizzato in collaborazione con il Comune di Varese, rappresentato dall’assessore alla Cultura Longhini, e con il patrocinio della Provincia di Varese.

Sono state sufficienti poche note, qualche pezzo, per contagiare il pubblico con l’allegria e il ritmo dell’orchestra, che si è esibita per la prima volta a Varese. I musicisti, i cantanti, i performer si sono esibiti per un’ora abbondante sotto la bacchetta del maestro Piero Lombardi, che ha lanciato i vari brani in programma, ricordando come il gruppo musicale originario del Cremonese abbia al suo attivo parecchi concerti e in calendario, per le prossime settimane, diversi nuovi impegni.

Parecchi i brani eseguiti dai ragazzi, che in apertura hanno eseguito, in maniera impeccabile, l’Inno di Mameli. Poi è stata la volta di melodie che hanno costituito colonne sonore cinematografiche, seguite da brani di grandi cantautori, come Jannacci, Gaber, Vasco Rossi, Battisti e Modugno. Canzoni notissime, qualche volte abbinate a testi scritti da un componente della orchestra, Simone Carelli. Spazio a ritmo scatenato e melodie accattivanti con una serie di brani di Zucchero Fornaciari, per concludere con We are the Champions dei Queen.

Tanti gli applausi, enorme l’entusiasmo, grande l’allegria al termine del concerto, che naturalmente ha contemplato anche l’inevitabile bis. In conclusione presentazione di tutti i musicisti, con nome e cognome, l’ottima organizzatrice Giovanna Bossi e l’addetta stampa, la brillante collega Valeria Deste.

 

13 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi