Varese

Varese, l’arte incontra la natura. Il “Frattini” rilancia progetto Re.Seed

 

La precedente edizione di Re.Seed. Al centro il sindaco Fontana. La location è il parco Mantegazza

La precedente edizione di Re.Seed. Al centro il sindaco Fontana. La location è il parco Mantegazza

Questa mattina presso l’Aula Magna del Liceo Artistico “A. Frattini” è stato presentato RE.SEED – Seminare Arte per Raccogliere Cittadinanza nella Città Giardino, un progetto che ha ottenuto un finanziamento da parte di Fondazione Cariplo nell’ambito del bando “Scuola 21” – Piano di azione “Promuovere il miglioramento dei processi educativi per favorire la crescita delle persone nella comunità”, bando aperto alle scuole secondarie di secondo grado.

Il Frattini (ente capofila) ha presentato il progetto in partenariato con il Comune di Varese – Area VIII Servizi Sociali – Informagiovani e Politiche Giovanili (Assessorato a Persona, Famiglia e Università), il Parco Regionale Campo dei Fiori e l’Associazione di promozione sociale I Maestri Itineranti.

Il progetto nasce sulla scia del progetto del Comune di Varese – Informagiovani e Politiche Giovanili “RE.SEED – Un progetto di coltivazione artistica”, finanziato da ANCI nel 2012 e realizzato con la collaborazione dei Comuni di Cernobbio (CO) e Saronno (VA).

Il progetto ha permesso a tre gruppi di giovani artisti dell’area insubrica di rileggere e reinterpretare in chiave artistica tre aree verdi (Parco Mantegazza di Varese, Giardino della Valle di Cernobbio e Giardino di Casa Morandi di Saronno) dopo un periodo di formazione sulla land art, la permacultura, il green design, la videoarte e la musica, tenuto da artisti ed esperti di fama internazionale.

 

Come rimarca l’assessore a Persona e Famiglia del Comune di Varese Enrico Angelini “l’educazione e il sostegno alla creatività potrebbe essere la speranza da alimentare per assecondare nuove generazioni di artisti in grado di fondere il vecchio con il nuovo e restituire un prodotto che faccia la differenza per se stessi e per gli altri. Diventa allora importante “fare esperienze ottimali” (flow), che chiederanno sostegno alle istituzioni stesse che solleciteranno e formeranno a divenire protagonisti del proprio talento. In questo contesto assume fondamentale importanza l’idea di fondo di molte ricerche che guardando “oltre” investendo in un’ottica che vuole “coinvolgere direttamente l’utente finale nella progettazione e nella realizzazione degli interventi, aprendo “alla impresa istituzione un patrimonio molto ampio di idee, suggerimenti e spunti normalmente inaccessibili”.

RE.SEED ha permesso la realizzazione di un catalogo degli artisti coinvolti consultabile in formato e-book su http://www.youblisher.com/p/546227-Il-catalogo-degli-artisti-Re-Seed/ e pubblicato anche sul sito dei Giovani Artisti Italiani (www.giovaniartisti.it). Il progetto ha permesso anche la realizzazione di una ricerca sulle carriere creative da parte dell’Agenzia di Ricerca Sociale Codici dal titolo “La verde insorgenza”.

Il progetto RE.SEED – Seminare Arte per Raccogliere Cittadinanza nella Città Giardino nasce dalla volontà di porre giovani studenti al centro di una tematica ambientale e di un bisogno territoriale evidente: Varese, la cosiddetta “Città Giardino” è stata collocata da Legambiente e Il Sole24Ore tra gli ultimi posti della classifica delle città di media grandezza, in quanto a fruibilità delle aree verdi urbane e peri-urbane offerta ai cittadini.

 

11 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi