Roma

Lizzani si lancia dal balcone. Addio ad un grande maestro del ’900

Il regista Carlo Lizzani

Il regista Carlo Lizzani

A 91 anni il regista Carlo Lizzani si è lanciato dal balcone di casa. Il suo appartamento si trovava al terzo piano di un palazzo in via dei Gracchi a Roma. Una morte che ricorda parecchio il suicidio di un altro regista, Mario Monicelli. L’allarme è stato lanciato dai vicini di casa che hanno visto il corpo nel cortile interno. Tra le ragioni del suo gesto potrebbe esserci le critiche condizioni di salute della moglie. ”Stacco la chiave”, è quanto avrebbe scritto nel suo biglietto d’addio Lizzani. Il biglietto non appare comunque del tutto comprensibile.

Tra i primi a reagire alla morte del maestro del cinema italiano il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, legato a Lizzani da parecchio tempo. Napolitano ha ricordato “tutto quel che ha saputo dare al cinema, alla cultura, allo sviluppo democratico del nostro paese: coraggio e passione della battaglia per la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, nella ferma valorizzazione e difesa dei valori della Resistenza, nella creazione artistica sempre radicata nella realtà e nei travagli della nostra Italia”.

Regista, sceneggiatore e attore, ma anche critico cinematografico, l’esordio di Lizzani dietro la macchina da presa è del 1950 con Nel Mezzogiorno qualcosa è cambiato. Del 1951 è Achtung! Banditi!. Tra i suoi titoli più famosi ci sono Cronache di poveri amanti, tratto dall’omonimo libro di Vasco Pratolini del 1954, Il processo di Verona del 1963, Banditi a Milano del 1968, Mussolini ultimo atto del 1974, Storie di vita e malavita del 1975, San Babila ore20: un delitto inutile del 1976,Fontamara tratto dall’omonimo libro di Ignazio Silone nel 1977, Mamma Ebe del 1985, Caro Gorbaciov nel 1988, Celluloide nel 1995, Hotel Meina è il suo ultimo film del 2007. Dal 1979 al 1982 Lizzani ha diretto la Mostra del cinema di Venezia. Nel 2007 l’autobiografia Il mio lungo viaggio nel secolo breve. 

5 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi