Varese

Al via la Campionaria della Schiranna. Maroni lancia Explora: “partirà da Varese”

Taglio del nastro alla Fiera di Varese

Taglio del nastro alla Fiera di Varese

Si è inaugurata alla Schiranna l’undicesima edizione della Fiera di Varese, organizzata da Manazza Gefra con il patrocinio del Comune di Varese e il sostegno di Ubi banca. Una Campionaria che per dieci giorni occuperà le tensostrutture che sono state realizzate in riva al Lago di Varese per mettere in vetrina le eccellenze del territorio.

Lunga e nutrita la serie di autorità, politici, vertici istituzionali che si sono succeduti prima del taglio del nastro. Dopo le parole dell’assessore al Commercio del Comune, Ghiringhelli, e dell’organizzatore Carlo Manazza, ha preso la parola Renato Scapolan, presidente della Camera di commercio di Varese. “La Fiera per il sistema economico è un bene, un momento di sintesi e di proposte che riguardano il territorio”. E’ poi intervenuto il commissario straordinario della Provincia di Varese, Dario Galli, che ha lanciato l’allarme per il fenomeno delle imprese italiane che emigrano in Svizzera. Ha preso poi la parola Stefano Cecchin per Fiera Milano, che ha sottolineato l’importanza di una collaborazione tra Fiera Milano e Varese (alla Schiranna era presente anche il varesino Fabrizio Nova). 

Per il sindaco di Varese, Attilio Fontana, la fiera “è la dimostrazione che, nonostante le molte cose fatte contro di loro quest’anno, i nostri imprenditori continuano a credere nel loro Paese”. Fontana ha fatto riferimento alla prestigiosa presenza di Fiera Milano alla Schiranna (con un bello stand che proponeva l’evento della Fiera di Berlino) “una realtà – ha rimarcato Fontana – che consente alla Lombardia di essere al centro del mondo”. Poi il primo cittadino ha fatto riferimento ad Expo, che Fontana ha definito “un grande evento, anche se le nostre amministrazioni locali sono state lasciate prive di capacità operativa e di risorse”.

Ha chiuso gli interventi il presidente della Regione, Roberto Maroni. “Il sistema fieristico lombardo conta più di 400 eventi ogni anno”. Maroni ha accolto il suggerimento di Fontana sul maggior coinvolgimento dei territori, ma soprattutto sulla necessità che Expo si concretizzi. A tale proposito, Maroni ha annunciato che la società neo-costituita Explora servirà proprio a cogliere proposte e suggerimenti dai vari territori. “Gireremo per i territori e partiremo proprio da Varese”. Poi è stata la volta del taglio del nastro, non prima, però, dell’esecuzione dell’Inno nazionale.

 

FOTO

5 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi