Varese

Varese, su “La Prealpina” un paginone di politica. Guardata dal territorio

Il paginone del quotidiano "La Prealpina"

Il paginone del quotidiano “La Prealpina”

I lettori del quotidiano locale “La Prealpina” aprendo il loro giornale questa mattina avranno senza dubbio scoperto una novità. Nelle prime pagine del quotidiano diretto da Paolo Provenzi si poteva notare un “paginone” dedicato alla politica. Nelle pagine 4 e 5 il quotidiano varesino ha trattato i principali temi politici, dando spazio alle firme di ben cinque giornalisti: Vincenzo Coronetti, Gianfranco Giuliani, Pasquale Martinoli, Nicola Antonello, Silvestro Pascarella. Con le due aperture delle pagine dedicate rispettivamente a Matteo Salvini, segretario nazionale della Lega in Lombardia, e al Pdl nel Varesotto, con maxi-foto dell’eurodeputata Lara Comi.

Una scelta interessante, quella del quotidiano di viale Tamagno: la scelta di lanciare sul tavolo della politica, che oggi non gode certo di grande credibilità, un carico da 90. Più pagine, più approfondimenti, tanti giornalisti. Responsabile di questi approfondimenti è il capo servizio della redazione di Varese, il bravo Gianfranco Giuliani, grande esperienza e intuito. Certo, le due pagine dedicate alla politica non saranno quotidiane, ma indicano una scelta molto precisa. Come scrive lo stesso Giuliani nell’editoriale, parlando del territorio varesino e dell’Alto Milanese, l’iniziativa intende rispondere ad “un territorio che interroga le istituzioni, che chiede di essere ascoltato e di ascoltare non promesse, ma risposte”.

Dunque, più spazio alle domande e alle risposte (politiche) che si registrano sul nostro territorio. Una bella scommessa, in una stagione di antipolitica e di attacchi alla Casta. Una fase in cui la politica e soprattutto i politici non godono di grande credito, in cui le cose da fare scompaiono nella nube del politichese, in cui è più facile demolire ciò che fanno gli avversari piuttosto che costruire cose utili al Paese. E tuttavia, è anche chiaro che leggere la politica dal basso, dal punto di vista di chi, la politica, la fa o ne subisce le conseguenze, ogni giorno, nella propria vita e nel proprio lavoro a Varese, Busto Arsizio, Gallarate o Saronno, ecco questo merita davvero più spazio. E tanta professionalità, come si vede già in questo primo assaggio. Una scommessa che seguiremo con attenzione.

 

1 ottobre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi