Varese

Varese, all’Insubria via agli incontri sulla fantascienza

universitafacciataMercoledì 2 ottobre alle 14.30 nell’Aula magna dell’Università dell’Insubria, via Ravasi 2, Varese, comincia il ciclo di incontri su “Scienza e fantascienza nei media e nella letteratura” a cura del professor Paolo Musso. Le conferenze sono gratuite e rivolte a tutti, ma in particolare agli studenti degli ultimi anni delle superiori, perché possano conoscere personalmente la realtà dell’Università dell’Insubria e, in particolare, del corso di laurea in Scienze della Comunicazione, che ha promosso l’iniziativa.

Il primo incontro è dedicato alla storia della letteratura di fantascienza nel mondo ed è tenuto dall’editore Luigi Petruzzelli, titolare della Edizioni Della Vigna, da lui stesso fondata nel 2007 e già assurta a una certa notorietà, anche internazionale (proprio in questi giorni la celeberrima Amazing Stories ha pubblicato una lunga intervista allo stesso Petruzzelli, un’autentica rarità per una rivista che in genere snobba tutto ciò che non parla inglese).

“Partiamo subito forte, con uno degli incontri più importanti e appassionanti – afferma il professor Musso – in cui si darà un quadro generale dell’argomento. L’incontro non sarà tuttavia un mero elenco di date e di titoli: Petruzzelli, che a una vasta conoscenza della materia unisce un entusiasmo contagioso e molte idee originali, parlandoci dei libri che hanno fatto la storia della fantascienza ci aiuterà anche a comprendere come quest’ultima si è evoluta nel tempo e come, di conseguenza, sono cambiati la sua natura e il suo ruolo nella cultura contemporanea, passando da semplice lettura di intrattenimento ad un vero e proprio genere letterario, capace non solo di creare autentici capolavori, ma anche, in molti casi, di anticipare profondi problemi filosofici e sociali, della cui rilevanza solo ora cominciamo a renderci conto, come l’ingegneria genetica, l’intelligenza artificiale, l’origine della vita e il nostro posto nell’universo, ma anche la globalizzazione, l’ecologia, la vita nelle megalopoli e molto altro ancora”.

Durante l’incontro è possibile iscriversi alla visita in programma (meteo permettendo) mercoledì 16 ottobre alle ore 21 all’Osservatorio Astronomico FOAM13 di Tradate, dove, oltre alle normali attività scientifiche, da alcuni anni si svolge anche il primo programma italiano ottico del SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), ovvero la ricerca di possibili segnali (in questo caso laser) di altre civiltà in collaborazione con la International Academy of Astronautics (IAA), il cui Direttore Tecnico, il dottor Claudio Maccone, è direttamente coinvolto nella ricerca.

Mercoledì prossimo, 9 ottobre, Petruzzelli sarà di nuovo protagonista, stavolta insieme all’illustratore Giuseppe Festino, i due racconteranno la propria esperienza professionale nel campo della fantascienza.

Luigi Petruzzelli è nato a Milano nel 1967. Ha cominciato a leggere fantascienza prima dei dieci anni, e ne è diventato fan e collezionista da ragazzo. Si è laureato in matematica con il massimo dei voti nel 1991 e, dopo aver insegnato matematica, fisica, informatica nelle scuole superiori per alcuni anni, ha lavorato fino al 2009 come consulente per l’assicurazione di qualità del software e la gestione di progetti software. Nel 2007 ha fondato le Edizioni Della Vigna, casa editrice specializzata in fantascienza (oltre il 70% del catalogo), e dal 2009 ci lavora a tempo pieno occupandosi, oltre alle funzioni proprie del titolare, di editing e traduzione di alcuni volumi. Ha anche curato alcune antologie, tra le quali L’orizzonte di Riemann su fantascienza e matematica e Un calice di soli, un piatto di pianeti, su fantascienza e cibo. Insieme ad Antonio Bellomi cura la collana Quasar. Nel suo (scarso) tempo libero si diverte a suonare il pianoforte, a dipingere, a scrivere poesie (in metrica), a cucinare, a trastullarsi con un microscopio o un telescopio… e con i giochini per PC.

 

30 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, all’Insubria via agli incontri sulla fantascienza

  1. Marco Sarti il 30 settembre 2013, ore 20:48

    fantascienza….non fantasy :-)

Rispondi