Varese

S. Caterina del Sasso approda su Rai 3. Un’iniziativa dell’Agenzia del Turismo

L'eremo Santa Caterina del Sasso

L’eremo Santa Caterina del Sasso

Santa Caterina del Sasso e la provincia di Varese sulla Rai. Triplo appuntamento sulla terza rete nazionale per uno dei beni più affascinanti e visitati del nostro territorio. L’appuntamento con l’Eremo in Tv è fissato per martedì 1 ottobre e replicato il 29 ottobre e il 26 novembre alle ore 10.

Il servizio televisivo, della durata di 4 minuti e mezzo, rientra nelle iniziative di promozione del territorio ed è stato possibile realizzarlo, grazie alla partecipazione dell’Agenzia del Turismo a un Bando indetto da Corecom (Comitato Regionale per le Comunicazioni Lombardia).

“Anche quest’anno, per la seconda volta – ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia del turismo della Provincia di Varese Paola Della Chiesa – abbiamo colto al volo questa bella opportunità, offerta da un bando gratuito, per mostrare il bello della nostra provincia a chi ancora non lo conosce. Nel servizio ci si concentrerà su Santa Caterina e l’intero contesto. Una porzione di territorio molto amata, conosciuta anche fuori i confini della nostra provincia e all’estero e che in questi anni ha visto da parte dell’amministrazione provinciale investimenti in termini economici e di interventi di valorizzazione davvero significativi. E che, non ultimo, hanno permesso di incrementare le visite e di mostrare l’incanto di questo luogo a un pubblico sempre più ampio, soprattutto per la presenza dell’ascensore a pozzo”.

Senza intaccare la sacralità del luogo e contaminare l’atmosfera davvero unica che si respira all’Eremo, negli ultimi anni l’intero contesto è stato riportato all’originario splendore sotto la regia di Villa Recalcati. Basti ricordare la realizzazione dell’ascensore a pozzo iniziata nel 2007 e terminata nel 2010, il restauro delle Cascine del Quiquio e della scalinata, il rifacimento dell’approdo a lago iniziato nel 2008 e terminato nel 2010, la recente acquisizione delle Ville ex Bassetti e del parco naturale di pertinenza, oltre che del percorso forestale e la creazione di un’area giochi per i bimbi e il posizionamento di nuovi arredi.

Numeri importanti anche in termine di visite annue che ormai si attestano attorno alle 300 mila unità, di cui il 40% utilizza, almeno per una corsa, l’ascensore e il 15% sceglie di raggiungere l’Eremo via lago (attivo in primavera ed estate). Da maggio scorso, ovvero dall’apertura del parco naturale e del percorso forestale, si stima che le visite abbiamo avuto un incremento di circa il 10% e in particolare famiglie e appassionati di trekking nella natura.

30 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi