Varese

Varese, Dylan Dog s’iscrive all’Insubria. Al via ciclo di incontri sul fumetto

universitafacciataPer la prima volta l’Università dell’Insubria, organizza un ciclo di incontri sul tema “Scienza e fantascienza nei media e nella letteratura”, insieme ai big della letteratura fantastica italiana. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il professor Paolo Musso, che quest’anno terrà un corso dallo stesso titolo nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche della Comunicazione, (Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate), e la Sergio Bonelli Editore, la culla di personaggi mitici quali Nathan Never, Dylan Dog, Tex, Martin Mystère, solo per citare i più celebri.

Il ciclo di incontri è in programma a Varese, nell’Aula Magna dell’Università dell’Insubria, via Ravasi, 2, a partire dal 2 ottobre, sempre dalle ore 14.30 alle 17.30, fino al gennaio 2014 ed è aperto non soltanto agli studenti del Corso ma anche a tutti gli appassionati al tema.

“L’idea – racconta il professor Musso – è nata dall’incontro tra la mia personale passione per la fantascienza (e in particolare per Nathan Never) e l’esigenza di offrire ai nostri studenti un contatto più stretto col mondo del lavoro, in questo caso quello dell’editoria, su cui punta molto il nuovo Corso di Laurea Magistrale di Scienze della Comunicazione. Grazie al contributo apportato dalla Bonelli, il programma è diventato così ricco e appassionante che abbiamo deciso di estendere gli incontri a tutta la cittadinanza e, in particolare, agli studenti degli ultimi anni delle superiori alle prese con la scelta dell’indirizzo di studi seguire, in modo da dare loro la possibilità di conoscere meglio la realtà del nostro corso di laurea, da sempre attento a calibrare l’offerta formativa in modo da soddisfare le loro esigenze. Sottolineo, inoltre, – continua Musso – l’importanza culturale di un’iniziativa di questo tipo sulla fantascienza, un genere letterario che in Italia a volte viene ancora ingiustamente considerato di serie B, mentre spesso affronta problemi filosofici di straordinaria importanza, come quelli relativi all’ingegneria genetica, all’intelligenza artificiale, all’origine della vita e al nostro posto nell’universo”.

“Come editore – aggiunge Antonio Serra – di due delle testate di fumetti di fantascienza più importanti nel nostro Paese (la storica “Nathan Never”, in edicola dal 1991, e “Orfani”, in edicola da ottobre 2013) la Sergio Bonelli Editore non poteva mancare a un simile appuntamento dedicato alla scienza, alla fantascienza e alla creatività. Nel corso delle lezioni autori, disegnatori, editori si alterneranno per raccontare un mondo, quello del fumetto, spesso poco conosciuto nelle sue caratteristiche professionali e tecniche. Un’occasione per capire e conoscere una forma espressiva da sempre presente nelle nostre vite e che accompagna l’evolversi dei gusti dei lettori di ogni età”.

La prima parte del ciclo è dedicata alla “Storia della fantascienza”: Luigi Petruzzelli, titolare delle Edizioni Della Vigna, parlerà di “Letteratura di fantascienza”; Giuseppe Lippi, Direttore della famosa collana “Urania” di Mondadori, racconterà di “Urania e gli altri: la fantascienza in Italia”; Michele Tetro, Scrittore e critico cinematografico, e Gian Filippo Pizzo, Saggista, tratteranno il “Cinema di fantascienza”. La seconda parte è invece sul “Fumetto di fantascienza”, a cui sono dedicati numerosi incontri: con il “papà” di Nathan Never, Antonio Serra, creatore del mitico eroe spaziale, con l’attuale curatore di “Nathan Never”, Glauco Guardigli, e poi con il creatore della nuova serie “Orfani”, Roberto Recchioni, tutti della Sergio Bonelli Editore.

Gli altri incontri verteranno sul racconto delle testimonianze di tutti quelli che lavorano in questo particolare settore: dagli editori agli illustratori dei fumetti, dai redattori ai disegnatori, che racconteranno la loro esperienza lavorativa.

I seminari si arricchiranno di due “esperienze sul campo”: una visita all’Osservatorio Astronomico FOAM13 di Tradate e una al Radiotelescopio “Croce del Nord” di Medicina (BO), dove oltre alla normale attività astronomica si svolge anche il programma SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), e inoltre, di una “lezione” a cura di Fabio Pagan, giornalista scientifico, fondatore del Master in Giornalismo Scientifico della SISSA di Trieste, sul tema “Scienza e fantascienza nel giornalismo scientifico” e di una tavola rotonda conclusiva dal titolo: “Il significato della fantascienza”.

La partecipazione è assolutamente libera e gratuita e non richiede alcun tipo di iscrizione, solo le due visite, per ragioni tecniche, saranno a numero chiuso e con precedenza per gli studenti dell’Insubria.

Per il programma completo ed eventuali variazioni ad esso vedere www.uninsubria.it.

 

25 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Dylan Dog s’iscrive all’Insubria. Al via ciclo di incontri sul fumetto

  1. Ombretta Diaferia il 25 settembre 2013, ore 15:12

    fantastico! la prima notizia di un autunno che “alza il livello”…!

Rispondi