Varese

Varese, il Pd distribuisce libri in piazza. Perchè libro significa speranza

Il Pd in piazza Monte Grappa distribuisce libri

Il Pd in piazza Monte Grappa distribuisce libri

Davvero una bella iniziativa, quella promossa oggi dal Pd di Varese nella centralissima piazza Monte Grappa, un’iniziativa che finora appare unica nel panorama politico cittadino. Un gazebo, alcuni tavolini, un centinaio di libri. Si tratta dei volumi che sono stati raccolti dal partito fin dal prmo tesseramento del Pd, nel 2008. Nel frattempo i volumi sono aumentati, a titolo si è aggiunto titolo, ad autore, autore. E così questa mattina, mentre a Roma il partito si impegna sul fronte delle prossime scadenze, il Pd a Varese ha scelto di donare a chi prende per la prima volta la tessera o a chi la rinnova, un libro che si può scegliere sui banchetti. Oltre al segretario cittadino Pd, Roberto Molinari, anche il capogruppo in Comune Fabrizio Mirabelli, il segretario provinciale Fabrizio Taricco, il consigliere comunale Infortuna.

Come spiega Roberto Molinari, segretario cittadino del partito di Epifani, “abbiamo voluto abbinare al tesseramento il dono di un libro, romanzo, saggio, raccolta di poesie. Un segnale di speranza – continua Molinari -, un un Paese come il nostro che ne ha molto bisogno”. Il Pd varesino, insomma, punta sulla cultura, perchè “solo la cultura può aiutarci a cambiare la realtà – insiste Molinari -, può renderci tutti un po’ migliori”. E così sono tanti i varesini che si fermano, alcuni si tesserano, altri no, tutti si portano a casa un libro da leggere. Perchè, si sa, un libro è cibo per la mente.

Ma cosa si poteva trovare sotto il gazebo del Pd? C’erano classici della letteratura italiana come Italo Svevo con “La coscienza di Zeno” e Ignazio Silone con “Fontamara”. Non mancava neppure qualche simpatico “vintage” di politica: un volumetto della Donzelli dal titolo “Pci, Pds, Ds” e un volume di Francesco Rutelli dal titolo “Lettera a un partito mai nato” della Marsilio. Alcuni “classici” del mondo cattolica, come don Primo Mazzolari e padre David Maria Turoldo, ma anche best seller della letteratura americana progressista come “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee.

Attendendiamo iniziative analoghe da Pdl (o Forza Italia) e Lega. Ma è probabile che dovremo attendere parecchio.

 

21 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi