Varese

Varese, Coopuffest al via con la Resistenza e la musica dei Briganti

Un momento del concerto dei Fujenti alla Coopuf

Un momento del concerto dei Fujenti alla Coopuf

Si è aperta ieri pomeriggio la tre giorni organizzata dalla Coopuf a Varese. Un momento, la Coopuffest, per offrire diverse proposte di spettacoli e confronti. Ieri sera, nel  Teatro Cantina, è andato in scena, per la terza volta, lo spettacolo “Comandante Claudio”, un modo avvincente per ripercorrere la Resistenza varesina, ricordando la figura di Giuseppe Macchi (appunto detto Claudio), comandante della 121° Brigata Garibaldi “Walter Marcobi”.

Uno spettacolo che ha visto calcare la scena ai due protagonisti, attori esperti e in grado di restituire le emozioni di quel momento: Clarissa Pari e Andrea Minidio. Alla regia il bravo Michele Todisco. Al termine dello spettacolo ha preso anche la parola il figlio del partigiano, che ha ricordato il bel rapporto con il padre e la capacità del padre di trasmettere alle giovani generazioni i valori ancora oggi attuali della Resistenza.

Poi spazio alla musica e alle melodie del Sud. Sempre al Teatro Cantina una bella sorpresa: un concerto del gruppo musical-canoro I Fujenti, cinque elementi sul palco capitanati ancora da Michele Todisco, in grado di cantare e passare da uno strumento all’altro con grande naturalezza, dalla chitarra al mandolone. Accanto a lui un inarrestabile Minidio, anche lui dotato di grande versatilità e forza canora. Del gruppo fanno parte anche i musicisti Biagio Giudici al trombone, Giovanni Lamberti alla Tammorra. Tamburello, Renato Cauzzo allepercussioni. E così si  sono potute gustare pizziche, tarantelle, tammuriate. Melodie affascinanti di un mondo di vinti, ma sempre capaci di cercare il riscatto attraverso forme d’arte, sia pure popolare.

A chiudere in bellezza il concerto due danzatrici, suadenti e bravissime: Alessandra Pessina e Clarissa Pari. www.facebook.com/fujente.musica

 

21 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi