Politica

Berlusconi nel videomessaggio contro la “via giudiziaria al socialismo”

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

Il videomessaggio di Silvio Berlusconi è andato in onda. E’ stato diffuso oggi pomeriggio a partire dalle 18 a tutte le emittenti, 16 minuti di attacchi alla magistratura e alla sinistra, a poche ore dal voto della Giunta del Senato che dovrà deliberare la sua decadenza dal Parlamento.

Un messaggio che ha alzato innanzitutto il tiro contro la magistratura. Per l’ex premier l’Italia è “divenuto un paese dove non esiste più lo stato di diritto”. Berlusconi ha sostenuto esistere una “via giudiziaria al socialismo”, e aggiunge: “Siamo diventati una democrazia dimezzata alla mercè di una magistratura politicizzata che, unica fra Paesi civili, gode di una totale irresponsabilità e immunità”.

“Vogliono togliermi di mezzo con un’aggressione scientifica, pianificata e violenta del loro braccio giudiziario visto che non sono stati capaci di farlo con strumenti della democrazia”, ha detto l’ex premier. “Io sarò sempre con voi, decaduto o no. Si può fare politica anche al di fuori del Parlamento – ha dichiarato l’ex premier -, non è il seggio che fa un leader ma è il consenso popolare quello che non mi è mai mancato e sono sicuro che non mi mancherà nemmeno in futuro”.

Per quanto riguarda la sua esperienza trascorsa, Berlusconi hma il consensa sottolineato: “Sono passati 20 anni da quando decisi di scendere in campo. Allora dissi che lo facevo per un Paese che amavo; lo amo ancora questo Paese, nonostante l’amarezza di questi anni e l’indignazione di questa ultima sentenza paradossale perchè io non commesso alcun reato. Io non sono colpevole di alcunchè; io sono innocente; io sono assolutamente innocente”.

Berlusconi ha concluso il videomessaggio con un appello: “Scendete in campo anche voi. Per questo dico scendi in campo anche tu con Forza Italia. Diventa anche tu un missionario di Forza Italia”. Per il Cavaliere Forza Italia “è l’ultima chiamata prima della catastrofe”.

 

 

 

18 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Berlusconi nel videomessaggio contro la “via giudiziaria al socialismo”

  1. giovanni dotti il 18 settembre 2013, ore 22:06

    Certo che la Sinistra in tanti anni non è riuscita a toglierci di mezzo il “caimano” anche quand’era al governo e lo avrebbe potuto fare con mezzi democratici, senza dover demandare alla Magistratura l’ingrato compito. La quale ha agito unicamente nel rispetto delle leggi vigenti e senza alcuna finalità politica. Ora alla politica spetta solo prendere atto del verdetto della Magistratura e completare l’iter politico-burocratico conseguente.

Rispondi