Varese

Parte l’Internation Six Days Varese, una due giorni per due centenari

La manifestazione dello scorso anno

La manifestazione dello scorso anno

1913-2013: International Six Days Varese (400 km., sabato 14 e domenica 15 settembre). Onorando ben due Centenari il Varesotto si conferma terra di motociclette e grandi eventi. Alla gara rievocativa moto club e piloti da cinque Nazioni europee, Stati Uniti e Canada.

Due centenari da festeggiare, entrambi legati alla città di Varese, alla sua provincia e al motore. La prima ricorrenza è quella della nascita della International Six Days, una delle competizioni più blasonate del mondo nel settore della motocicletta (prima edizione in Gran Bretagna, 1913). Secondo Centenario è quello del Palace Hotel, meraviglioso simbolo del Liberty a Varese.

Riportata alla luce nel 2011 per festeggiare i 60 anni dalla mitica edizione varesina del 1951, la Sei Giorni Internazionale per motostoriche da collezione viene riproposta quest’anno dal Club Auto Moto Storiche Varese in un’edizione del tutto speciale.  L’evento nacque infatti nel 1913 e la prima edizione si svolse a Carlisle. E rinverdendo gli antichi fasti, gli organizzatori varesini festeggiano il Centenario, abbinato ai cent’anni di un elemento di straordinaria accoglienza turistica e simbolo del liberty nella città di Varese: è il Palace Hotel. E per festeggiare al meglio i due Centenari, la Sei Giorni Motostoriche scatterà proprio dalla sommità del Colle Campigli sabato 14 settembre, ore 9 per concludersi nello stesso luogo d’arte e di pace la domenica a pranzo. L’evento internazionale targato Automotoclub Storico Italiano e curato dal club Vams federato ASI, si articola su due tappe per complessivi 400 km. di sviluppo nel cuore del territorio dell’Insubria.

Il poker organizzativo, composto da Angelo De Giorgi, Alessandro Pozzi, Armando Bonfiglio e Lorenzo Passera, rispetto alle edizioni 2011 e 2012, hanno ottimizzato percorsi ed orari, introducendo prove d’abilità che faranno classifica ed entusiasmeranno il pubblico. Il coordinatore Alessandro Pozzi ha precisato: “Più che esaltare le prestazioni dei singoli puntiamo a valorizzare le testimonianze della storia della motocicletta, dal 1900 al 1975, in un territorio del Varesotto invidiato in tutto il mondo e che ha saputo produrre, dal 1895 ad oggi, una sessantina di marchi artigianali ed industriali, tanti eventi spettacolari e una moltitudine di piloti e campioni di tutte le età.  La terza rievocazione dell’International Six Days Varese (questo il nome originale) punta sulla qualità e sull’adesione di numerosi collezionisti e restauratori che provengono da Francia, Germania, Svizzera, Spagna e Stati Uniti. Oltre che evento motoristico sportivo, offre notevoli spunti per la promozione turistica del nostro territorio”.

Armando Bonfiglio, tra gli organizzatori di kermesse di successo del motociclismo, come quella di Cascina Costa e del circuito di Cascinetta Gallarate (8 settembre), precisa: “Attendiamo per la Sei Giorni di Varese l’adesione massiccia dei motoclub e dei piloti del Varesotto, Comasco e Canton Ticino, giacché il percorso di sabato 14 e domenica 15 settembre valorizza l’Insubria, valli, laghi, montagne, musei del nostro territorio. Gruppi sportivi, registri storici e collezionisti legati a Frera, Bianchi, Aermacchi, MV Agusta, Moto Guzzi, Piaggio, Ariel, Motobecane, Sunbeam, Triumph, Bmw stanno aderendo all’evento”.  E avendo la certezza della presenza della Squadra acrobatica della Polizia Stradale, centro addestramento nazionale di Cesena, delle moto del compianto Renzo Pasolini (Benelli, Aermacchi e Harley), del vincitore dell’edizione 1951 scooter Vespa, Giuseppe Cau e di Carlo Ubbiali (9 titoli iridati), sono in corso proficui contatti per poter avere al via anche alcune delle moto con cui ha corso Giacomo Agostini (15 volte mondiale). Mobilitati i motoclub Gemonio, Nino Manzoni di Luino, Fondazione Museo Frera di Tradate, Vespa club Varese, Registro storico Aermacchi e MV Agusta.

 

13 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi