Busto Arsizio

Busto Arsizio, la Polizia interviene contro i topi d’appartamento

auto-polizia-23112012Prosegue il contrasto ai reati predatori da parte degli uomini della Polizia di Stato a Busto Arsizio. Era da poco passata la mezzanotte quando una pattuglia, attivata dalla segnalazione di un cittadino che aveva avvertito rumori sospetti provenienti da un’abitazione, è accorsa in via Novara.

Arrivati sul posto gli agenti hanno verificato che una “gelosia” era aperta e che il vetro della porta finestra sottostante era rotto; inoltre, nelle vicinanze, gli agenti hanno ritrovato una chiave inglese ed una chiave “a pappagallo”. A quel punto i poliziotti hanno proceduto ad un controllo all’interno della casa e nella taverna hanno scorto un uomo che cercava di sottrarsi alla loro vista nascondendosi sotto una coperta. Questi, un cittadino italiano di 33 anni residente a Busto Arsizio, con precedenti specifici, ha riferito di essersi introdotto nell’abitazione, da tempo non occupata dai proprietari, al solo scopo di trovare un riparo per la notte, essendo al momento privo di stabile dimora.L’uomo è stato comunque allontanato e denunciato per tentato furto aggravato in abitazione, non essendo parsa credibile la versione fornita.

Ancora la segnalazione di un cittadino ha consentito ad una Volante, la mattina di lunedì scorso, di procedere al controllo di tre rom, una donna di 41 anni e due ragazzi di 22 e 15 anni dichiaratamente domiciliati in un campo nomadi di Milano, che si aggiravano con fare sospetto in via Mazzini. Nella borsa della donna i poliziotti hanno ritrovato vari monili (un bracciale, una collana, due spille, diversi paia di orecchini oltre a orecchini “spaiati” ed altri monili), che hanno destato più di un sospetto che si trattasse di merce proveniente da furti in abitazione.

La donna è stata dunque denunciata per ricettazione e i monili sequestrati; sono in corso accertamenti per stabilirne la provenienza ed eventualmente provvedere alla loro restituzione ai legittimi proprietari

Anche in questi casi sono state determinanti la tempestiva segnalazione al 112 e la collaborazione dei cittadini che hanno consentito alle pattuglia di intervenire immediatamente. La Polizia rinnova quindi l’invito a segnalare senza esitazioni qualsiasi movimento o rumore sospetto.

11 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi