Roma

Dopo la veglia di ieri, Papa Francesco fa un nuovo appello per la pace

Papa Francesco

Papa Francesco

Grande l’impegno di Papa Francesco per la pace. Ancora all’Angelus il pontefice su questi temi si è rivolto alla folla raccolta in piazza San Pietro dopo la veglia di ieri sera per la pace in Siria. “Dobbiamo dire no all’odio fratricida e alle menzogne di cui si serve, dire no alla violenza in tutte le sue forme, dire no alla proliferazione delle armi e al loro commercio illegale, ce ne è tanto. È davvero una guerra per qualcosa o è una guerra del commercio illegale per vendere armi?” . 

Papa Francesco ha detto: “Cessi subito la violenza e la devastazione in Siria e si lavori con rinnovato impegno per una giusta soluzione al conflitto fratricida”. Il Papa ha poi ricordato come ieri “uomini e donne di buona volontà hanno vissuto momenti di preghiera, digiuno, riflessione”.

“Preghiamo anche per gli altri Paesi del Medio Oriente”. “Preghiamo – ha continuato il pontefice - particolarmente per il Libano, perché trovi la desiderata stabilità e continui ad essere modello di convivenza; per l’Iraq, perché la violenza settaria lasci il passo alla riconciliazione; e per il processo di pace tra Israeliani e Palestinesi, perché progredisca con decisione e coraggio. E preghiamo per l’Egitto, affinché tutti gli Egiziani, musulmani e cristiani, si impegnino a costruire insieme la società per il bene dell’intera popolazione”.

8 settembre 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi